montemurlo. MULTATO DI 7 MILA EURO NEL GIRO DI POCHI MINUTI

La Polizia Municipale, grazie al “Targa system”, scopre un'auto priva di assicurazione e, se non bastasse, il proprietario non aveva mai conseguito la patente
Il comandante della Polizia Municipale di Montemurlo
Il comandante della Polizia Municipale di Montemurlo

MONTEMURLO. Nel giro di pochi minuti ha collezionato sanzioni per quasi 7mila euro. Il record poco invidiabile va a un cittadino di 29 anni di origine albanese, residente a Montemurlo, che è riuscito a farsi multare per essere stato sorpreso a guidare senza patente e senza assicurazione.

La polizia municipale dalla fine dello scorso anno, infatti, ha adottato un nuovo sistema, il “Targa-System”, che consente agli agenti di “puntare” con una speciale telecamera una vettura in transito e scoprire subito se il veicolo è regolarmente posseduto, assicurato e revisionato.

Qualche giorno fa, nell’ambito di un controllo, l’auto del giovane è stata “intercettata” dal sistema perché risultava priva dell’assicurazione e il proprietario, come da prassi, è stato sanzionato (la multa per chi viaggia senza assicurazione ammonta a 841 euro, sanzione ridotta a 593,41 euro se la si paga entro cinque giorni) e invitato a presentarsi al Comando della municipale per dimostrare l’avvenuto pagamento della copertura assicurativa.

Il ragazzo, allora, il giorno successivo, si è recato dai vigili con il tagliando dell’assicurazione questa volta in regola, la cui validità, però, aveva valore dal giorno successivo. Forse ignaro della scadenza o forse fraudolentemente, fatto sta che il giovane si rimette immediatamente alla guida della sua auto, ma poco dopo viene di nuovo intercettato da una pattuglia della municipale, che verifica, oltre alla mancanza ancora una volta dell’assicurazione, anche che il conducente non ha mai conseguito la patente di guida.

Dopo la depenalizzazione del reato, la guida senza patente è sanzionata con un’ammenda da 5 mila euro (3500 euro se si paga entro cinque giorni), che, quindi, sommate alle precedenti violazioni, fanno schizzare “il conto” a quasi 7mila euro.

Un triste record, soprattutto per le conseguenze potenzialmente pericolose che le infrazioni commesse dal giovane potevano avere per gli altri utenti della strada, come rileva l’assessore alla polizia municipale, Rossella De Masi: «Nonostante l’amministrazione abbia diffuso con capillarità la notizia dell’adozione di nuove tecnologie in grado di rilevare in pochi secondi infrazioni e irregolarità, c’è ancora qualcuno che pensa di poterla fare franca, infrangendo le leggi e soprattutto mettendo a rischio la sicurezza altrui. Ci sono delle regole e vanno rispettate da tutti e i controlli della polizia municipale vanno nella direzione di una sempre maggior tutela della sicurezza sulle nostre strade».

[masi – comune montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento