montemurlo. MUSICA BASSA E VETRINE COLORATE DI BLU PER LA GIORNATA SULLA CONSAPEVOLEZZA SULL’AUTISMO

Gli esercizi commerciali di Montemurlo hanno raccolto l’invito del Comune e domani sabato 2 aprile, in occasione della Giornata mondiale sulla consapevolezza sull’autismo, allestiranno le vetrine con il colore blu e distribuiranno materiale informativo sull’autismo. Il municipio la sera si illuminerà di blu. A breve i commercianti aderenti al progetto “Autism friendly” frequenteranno un corso di formazione per favorire l’accoglienza delle persone con autismo

Nella foto il sindaco Calamai, il vice sindaco Forastiero, l’assessore alle politiche sociali, Alberto Fanti, alcuni commercianti aderenti all’iniziativa e i rappresentanti di Confesercenti Prato, Confcommercio Pistoia Prato, Cna Toscana Centro e Confartigianato Imprese Prato insieme all’associazione Orizzonte Autismo,

MONTEMURLO. Il 2 aprile è la Giornata Mondiale della Consapevolezza dell’Autismo e il Comune di Montemurlo promuove una serie di iniziative sul territorio per richiamare l’attenzione di tutti sui diritti delle persone nello spettro autistico. A raccogliere l’invito dell’amministrazione comunale ad una sempre maggiore inclusione nella vita sociale delle persone autistiche sono stati i commercianti e le associazioni di categoria Confesercenti Prato, Confcommercio Pistoia Prato, Cna Toscana Centro e Confartigianato Imprese Prato insieme all’associazione Orizzonte Autismo, che domani sabato 2 aprile allestiranno le vetrine dei negozi e delle attività commerciali con il colore simbolo della giornata, il blu.

Inoltre, i negozi, bar, ristoranti aderenti si impegnano ad abbassare luci e i suoni nei locali, come suggerito dagli esperti della neuropsichiatra infantile, un gesto semplice per favorire il benessere delle persone nello spettro autistico.

«L’obiettivo della giornata è quello di far luce su questa disabilità, promuovendo la ricerca e il miglioramento dei servizi e contrastando la discriminazione e l’isolamento di cui ancora sono vittime le persone autistiche e i loro familiari», spiegano gli assessori alle politiche sociali, Alberto Fanti e alle pari opportunità, Valentina Vespi.

Anche il Comune di Montemurlo nella serata di sabato 2 aprile aderirà all’iniziativa illuminando di blu il municipio. Domani, dunque, tutti gli esercizi commerciali aderenti all’iniziativa allestiranno le vetrine con il colore blu, gli addetti delle varie attività vestiranno di blu o avranno un simbolo del colore della giornata dell’autismo per richiamare l’attenzione dei clienti.

Ogni attività, inoltre, esporrà la locandina dedicata all’iniziativa e diffonderà le brochure informative sull’autismo predisposte dall’associazione Orizzonte autismo e dal Comune. Inoltre, tra qualche settimana il Comune e le associazioni firmeranno il protocollo d’intesa del progetto “Autism friendly”, di cui il Comune di Prato è soggetto capofila a livello nazionale insieme a Milano.

I commercianti durante il mese di maggio frequenteranno un corso di formazione presso la neuropsichiatria della Usl per imparare a conoscere meglio l’autismo e mettere in campo una serie di azioni, semplici e concrete, per favorire l’accoglienza delle persone autistiche.

«Si tratta di un passaggio importante perché la rete si allarga e aumenta la consapevolezza e l’inclusione — aggiunge l’assessore Fanti – Attraverso la conoscenza le famiglie si sentiranno sempre meno sole ma più accolte e tutti coloro che arriveranno a Montemurlo sapranno che esiste una rete di negozi e attività accogliente e inclusiva».

Al corso di formazione del progetto “Autism friendly” parteciperanno anche alcuni dipendenti del Comune degli uffici che curano le relazioni con il pubblico in modo da mettere in atto strategie sempre più efficaci per relazionarsi con le persone con autismo, perché l’obbiettivo è quello di rendere questi ragazzi sempre più autonomi e indipendenti, come spiega Claudia Roccanova, referente dell’associazione Orizzonte autismo per Montemurlo: «L’autismo non è una malattia ma una condizione che i ragazzi si portano dietro per tutta la vita. Per tale motivo l’associazione Orizzonte Autismo è impegnata nel favorire progetti di vita indipendenti per i ragazzi autistici, che vanno dal “durante di noi” al “dopo di noi”.

Ecco perché è così importante far vivere la quotidianità a questi ragazzi per sviluppare sempre più autonomia e indipendenza» Bastano piccoli accorgimenti per favorire l’accoglienza delle persone autistiche nelle attività commerciali: luci basse, ambienti non troppo rumorosi, tolleranza verso atteggiamenti di chiusura I disturbi dello spettro autistico (Autism Spectrum Disorders, ASD) sono un insieme eterogeneo di disturbi del neurosviluppo caratterizzati da una compromissione qualitativa nelle aree dell’interazione sociale e della comunicazione, e da modelli ripetitivi e stereotipati di comportamento, interessi e attività. 

[masi —comune di montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email