montemurlo. QUALITÀ DELL’ARIA, IL COMUNE ADOTTA IL PAC

le Pm10 fanno bene alla salute. Per legge
Le Pm10 fanno bene alla salute. Per legge

MONTEMURLO. Il Comune di Montemurlo ha adottato il Pac, il piano di azione comunale, lo strumento previsto dalla normativa regionale (per una serie di Comuni inseriti in uno specifico elenco) per contribuire al miglioramento della qualità dell’aria.

Il piano ha una durata quinquennale, fino al 2020, e individua una serie di azioni che il Comune di Montemurlo s’impegna a portare avanti per ridurre le emissioni in atmosfera; nel documento sono previsti anche i provvedimenti “contingibili e urgenti”, che l’amministrazione deve mettere in atto in situazioni particolari, ad esempio, dopo una serie di sforamenti dei parametri di polveri sottili.

«Si tratta di un documento molto importante per lavorare al mantenimento e miglioramento della qualità dell’aria nel nostro Comune – spiega l’assessore all’ambiente, Simone Calamai–. Naturalmente, siamo consapevoli che l’aria non ha confini amministrativi, ma se tutti noi adottiamo comportamenti corretti e ci impegniamo per ridurre le emissioni, possiamo davvero dare una mano all’ambiente e migliorare la qualità di vita».

Due i macro-settori sui quali l’amministrazione comunale ha concentrato i propri sforzi: mobilità ed efficientamento energetico.

traffico
Morire di traffico e non solo…?

Sulla mobilità sono previsti una serie di interventi per rendere più fluido il traffico: la realizzazione del nuovo collegamento tra via Prato e via Scarpettini attraverso il ponte sul torrente Funandola e la realizzazione del “braccino” di via delle Lame per alleggerire il traffico nella zona industriale di Bagnolo. Inoltre, nel Pac il Comune ha inserito il piano della mobilità sostenibile e il completamento del sistema di mobilità ciclo-pedonale attraverso il collegamento con la rete di ciclabili di Prato.

Tra le novità assolute introdotte nel piano dal Comune, c’è il lavaggio delle strade prima dello spazzamento stradale. In questo modo, a Montemurlo si eviterà il sollevamento delle polveri con conseguente riduzione di pm10 in atmosfera.

Per quanto riguarda l’efficientamento energetico, invece, l’amministrazione comunale si è concentrata sulla riduzione delle emissioni da bio-masse, infatti, saranno concessi incentivi ai cittadini per applicare filtri ai caminetti aperti o per passare a focolari chiusi, che garantiscono un sistema di riscaldamento ecologico con l’abbattimento delle polveri sottili in atmosfera.

Il Comune di Montemurlo, infine, continuerà a lavorare per l’efficientamento del proprio patrimonio immobiliare e della rete di illuminazione pubblica, attraverso l’utilizzo di nuove tecnologie, amiche dell’ambiente (led per l’illuminazione, pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili).

[masi – comune montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento