montemurlo. RICICLAO 2018 – OPERAZIONE MATO GROSSO, L’ADESIONE DEL COMUNE

Una edizione passata di Riciclao agli ex Macelli di Prato

MONTEMURLO. Quest’anno per la prima volta nel comune di Montemurlo arriva Riciclao, il grande evento, promosso dall’associazione Don Bosco 3A – Operazione Mato Grosso Prato, con il patrocinio del comune di Montemurlo, che da alcuni anni coinvolge moltissimi giovani volontari e cittadini della Provincia di Prato durante le festività pasquali.

Più di 150 ragazzi dai 16 ai 25 anni, provenienti da tutta Italia e disposti a sacrificare le proprie vacanze per aiutare chi ha bisogno, passeranno da tutte le case di Montemurlo venerdì 30 marzo a raccogliere tutto ciò che non serve più: biciclette, vestiti, libri, oggettistica, piccoli mobili e molto altro. Un’occasione per ridare nuova vita a quelle cose riposte o nascoste negli armadi e nelle soffitte, nelle cantine e sgabuzzini, oggetti che potranno servire ad altri perché saranno selezionati e rimessi in circolo in un grande mercatino dell’usato a Officina Giovani, in piazza Macelli a Prato, aperto dal 29 marzo al 2 aprile.

L’invito ai montamurlesi

« Abbiamo aderito volentieri a Riciclao, perché questa iniziativa benefica ha una doppia finalità. Da un lato c’è il valore ambientale, si impedisce che vecchi oggetti che non sono più utilizzati diventino rifiuto e finiscano in discarica. Dall’altro c’è la solidarietà: cose apparentemente inutili riacquistano valore e aiutano i poveri nel Sud del mondo a trovare dignità e conforto — spiega l’assessore all’ambiente, Simone Calamai —In questi giorni i volontari dell’associazione stanno distribuendo casa per casa un volantino per diffondere l’invito a partecipare regalando qualcosa di cui le persone si vogliono disfare perché non usano più (libri, biciclette vecchie, mobili ecc..). I volontari saranno riconoscibili con apposite pettorine colorate».

Il totale ricavato dell’iniziativa sarà utilizzato per aiutare i più poveri nelle missioni dell’Operazione Mato Grosso in America Latina, dove operano tanti volontari, anche pratesi, che portano avanti ospedali, scuole, orfanotrofi e cooperative di lavoro.

Un evento che ha raccolto sempre maggiore successo nella realtà pratese, tanto da diventare un momento aspettato dalla cittadinanza per donare ciò che non serve più e trovare poi nel mercatino l’oggetto desiderato da tanto. Ma l’aspetto più importante resta quello educativo e formativo per i ragazzi partecipanti: trasmettere l’idea che insieme si possono fare grandi cose utilizzando per gli altri ciò che tutti hanno a disposizione, il tempo libero.

I ragazzi, divisi in gruppi per le vie del paese e riconoscibili dalle pettorine verdi o arancioni, saranno accompagnati dai furgoni sui quali saranno caricati gli oggetti donati, che possono essere anche portati dai cittadini direttamente a Officina Giovani.

[masi —comune di montemurlo]

 

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento