MONTEMURLO RICORDA LA STRAGE AEREA DI JAVELLO

Sabato 14 gennaio ore 10, in occasione del 31esimo anniversario, si svolgerà la commemorazione civile al parco della Pace, dove si trova il cippo che ricorda la tragedia

il monumento in ricordo della strage aerea di Javello al Parco della Pace di via Deledda

MONTEMURLO. Sabato 14 gennaio alle ore 10 il Comune di Montemurlo, con l’associazione Arma aeronautica, celebra il 31esimo anniversario dei caduti del Lyra 35, la strage aerea di Javello, avvenuta l’8 gennaio 1992. Un evento tragico, ancora impresso nella memoria della comunità, che costò la vita al maggiore Carlo Stoppani, al tenente Paolo Dutto e al maresciallo Cesare Nieri.

I tre aviatori, appartenenti alle 46esima brigata aerea di Pisa, quel giorno stavano sorvolando la zona a bordo di un aereo G222, quando, probabilmente a causa delle avverse condizioni meteo, si schiantarono con il loro velivolo sul monte Javello, che domina Montemurlo. Per non dimenticare le vittime di questa tragedia, il Comune, in collaborazione con l’associazione Arma Aeronautica di Prato e Montemurlo, ogni anno organizza una cerimonia di commemorazione. Lo scorso lunedì, inoltre, il vice sindaco Giuseppe Forastiero ha partecipato, in rappresentanza dell’amministrazione comunale, ad una messa di suffragio che si è svolta a Pisa al sacrario di Kindu nei pressi della 46esima Brigata aerea.

Una cerimonia commemorativa passata

«La cerimonia in ricordo della strage aerea del Lyra è l’occasione per ricordare le vittime di questo incidente e per ringraziare il lavoro di quanti, uomini e donne, ogni giorno, a rischio della propria vita, lavorano per garantire la sicurezza di tutti noi», commenta il sindaco Simone Calamai

Il ritrovo delle autorità è previsto alle ore 9,30 con alle ore 10 l’inizio della cerimonia al parco della Pace di via Grazia Deledda in località Fornacelle. Alla commemorazione prenderà parte il sindaco del Comune di Montemurlo, Simone Calamai, il prefetto di Prato, Adriana Cogode, il comandante della 46 esima brigata aerea di Pisa, colonnello Giuseppe Adessa, il comandante del secondo gruppo volo, il maggiore Giovanni Fiorillo, il presidente dell’Associazione Arma Aeronautica, Francesco Farina e del nucleo di Montemurlo, Meraldo Cipriani. La cerimonia è aperta a tutti i cittadini.

[masi —comune di montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email