montemurlo. SCARTI TESSILI, LA QUESTIONE ALL’ATTENZIONE DEL MINISTRO SALVINI

Come annunciato, questa mattina il sindaco Mauro Lorenzini era in via la Querce ad accogliere il ministro dell'interno, Matteo Salvini, giunto a Montemurlo per la consegna ufficiale all'Arma della casa confiscata alla camorra e al vice premier ha ricordato:« Io l'assessorato alla legalità ce l'ho dal 2009»
La stretta di mano tra il sindaco Lorenzini e Salvini

MONTEMURLO. « Non guardo se un ministro è di destra o di sinistra, io riconosco il ruolo, per questo ho voluto essere presente in via La Querce a dare il benvenuto al vice —premier Salvini», così il sindaco Mauro Lorenzini, che, come aveva annunciato nei giorni scorsi, stamattina non ha mancato l’appuntamento con il ministro dell’interno giunto a Montemurlo per la consegna ufficiale all’Arma dei Carabinieri di una casa confiscata alla camorra.

« Ho spiegato a Salvini l’impegno della mia amministrazione a favore del buon governo del territorio e gli ho fatto presente che io l’assessorato alla legalità l’ho creato nel 2009, non appena insediato. — continua il sindaco — I temi della legalità, del rispetto delle regole e dei diritti non hanno colore politico. Il mio motto è sempre stato: accoglienti con chi rispetta le regole, ma intransigenti con chi agisce in sprezzo dei diritti dei lavoratori, della sicurezza e della tutela dell’ambiente.

E questa linea politica, unita a controlli stringenti, ci ha premiato. Oggi Montemurlo ha un distretto industriale d’eccellenza, dove la l’illegalità economica non ha attecchito».

Il sindaco Lorenzini, inoltre, ha voluto far presente a Salvini la questione degli scarti tessili che, a causa di una norma inserita nella Legge di Bilancio così detta azzoppa riciclo, rischia di mettere in ginocchio moltissime imprese del distretto.

« Ho posto a Salvini il problema degli scarti tessili, nodo cruciale per molte aziende. Se dovesse passare lo sciagurato emendamento alla legge di Bilancio sono a rischio moltissimi posti di lavoro nella filiera tessile. Il vice — premier si è impegnato ad occuparsi della questione e spero che si arrivi ad una soluzione favorevole per le aziende del distretto. Gli scarti tessili devono tornare a essere considerati prodotti e non rifiuti e quindi ritornare nel ciclo produttivo».

Durante l’incontro non sono mancati gli scambi di battute tra il sindaco e il vice—premier, che si sono salutati cordialmente scambiandosi gli auguri di buone feste.

Insieme al sindaco Lorenzini, in rappresentanza del Comune di Montemurlo, era presente anche il suo vice Simone Calamai.

[masi — comune di montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT09G0626013807100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento