montemurlo. SI INAUGURA IL CENTRO BOTANICO IN MEMORIA DI BRUNO ACCIAI

Appuntamento sabato 19 ottobre ore 17 con l’apertura del ciclo di approfondimento dedicato alle piante che vedrà l’inaugurazione del fondo librario donato dagli eredi di Bruno Acciai, studioso e ricercatore di piante e botanica
Bruno Acciai

MONTEMURLO. Sarà inaugurato sabato 19 ottobre alle ore 17 al centro visite “Il Borghetto” (via di Bagnolo di sopra, 24) il nuovo Centro di documentazione di scienze naturali e botanica, creato grazie al fondo librario donato dagli eredi di Bruno Acciai, studioso montemurlese, ricercatore di piante e botanica, in particolare della flora e della vegetazione dell’Area Protetta del Monteferrato.

Un appassionato del territorio, attento a collegare sempre l’aspetto botanico a quello divulgativo, didattico, storico, economico, ecologico.

Bruno Acciai, scomparso nel 2018 all’età di 92 anni, è stato un instancabile studioso, pur essendo un’autodidatta. Delle piante sapeva tutto e le nominava senza alcun problema con il loro nome scientifico in latino e con quello volgare, aggiungendo per ciascuna dettagli sulle proprietà curative e le modalità di crescita, nonché storie e leggende.

Per questa conoscenza sterminata sul mondo vegetale, Bruno Acciai era stato chiamato più volte a tenere conferenze agli studenti di agraria e scienze forestali all’Università di Firenze e alla scuola normale Sant’Anna di Pisa.

« Le iniziative di un “Autunno da sfogliare” quest’anno si arricchiscono con un interessante evento in memoria di un grande montemurlese, Bruno Acciai, uomo semplice ma coltissimo che ha fatto del suo amore per la natura e la conoscenza una ragione di vita, non smettendo mai di imparare, studiare e approfondire. — sottolinea l’assessore alla cultura, Giuseppe Forastiero –

La cartolina sul ciclo “Piante e uomo”

Per tale motivo il Comune di Montemurlo è onorato di acquisire il fondo librario Acciai, che rappresenta, soprattutto per gli appassionati di botanica, e più in generale del territorio, una fonte inesauribile di informazioni».

Dopo l’inaugurazione del centro botanico si svolgerà “Una vita senza piante è possibile? Le cose che non potremmo fare se non esistessero le piante”, una conferenza a cura di associazione Komorebi – Ambiente Nutrizione Benessere.

L’iniziativa è inserita in “Un autunno da sfogliare”, la rassegna realizzata dal Sistema bibliotecario provinciale pratese di cui fa parte la biblioteca comunale di Montemurlo “Bartolomeo Della Fonte” e fa parte del ciclo “Le piante e l’uomo: consumo, conservazione e cura”.

Il secondo incontro della rassegna “verde”, invece, è per venerdì 25 ottobre ore 21,15 con la presentazione del libro “Imparare l’arte del foraging. Conoscere, raccogliere, consumare il cibo selvatico” di Valeria Margherita Mosca (Giunti, 2019).

Sarà presente l’autrice, ovvero la raccolta di cibo spontaneo, erbe medicinali e materiali di costruzione esplorando il territorio, entrando in connessione con esso e ripercorrendo antiche tradizioni.

Per maggiori informazioni su tutta la programmazione si può contattare la biblioteca “Bartolomeo Della Fonte” telefono 0574-558567 o scrivere a biblioteca@comune.montemurlo.po.it.

[masi — comune di montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email