montemurlo. SICUREZZA IDRAULICA, PARTONO I LAVORI PER UN NUOVO TRATTO DI FOGNATURA IN VIA LEONCAVALLO

L’opera consentirà di escludere il transito di acque provenienti dalla fognatura nel torrente Agnaccino

MONTEMURLO. A Montemurlo il Comune, attraverso Publiacqua, continua a lavorare sulla messa in sicurezza idraulica del territorio. Da qualche giorno sono iniziati, infatti, importanti lavori di ampliamento della fognatura pubblica in zona Fornacelle.

Il nuovo tratto metterà in connessione la fognatura di via Casini e quella di via Montegrappa con la rete fognaria, che si trova più a sud, e che da via Leoncavallo prosegue verso via Udine. Un intervento che avrà importanti ricadute per la gestione delle acque della rete fognaria sia in regime ordinario che in caso di forti piogge. Il lavoro, infatti, consente di realizzare nuovi scolmi sul percorso del torrente Agnaccino che verrà escluso da qualsiasi tipo di transito di acque del sistema fognario che arriva a monte.

Dunque, soprattutto in caso di forti piogge, la rete fognaria non riverserà nel torrente le grandi quantità d’acqua che potrebbero creare problemi nella zona a sud del Comune verso Oste e Santorezzo.

«Si tratta di un nuovo lavoro, che andiamo a realizzare attraverso Publiacqua, per migliorare la sicurezza idraulica del territorio. — spiega il sindaco Simone Calamai — Un intervento che si aggiunge agli altri due lavori che sono in corso di ultimazione in via Parugiano di sotto e in via Puccini e che hanno un valore complessivo di oltre 4 milioni di euro. Lavori importantissimi che servono per mettere al riparo Oste e la zona industriale da allagamenti. Così si fa prevenzione e si ottengono dati conoscitivi che ci consentiranno di avere prossimamente delle valutazioni migliorative di quella che è la situazione del rischio idraulico per la frazione di Oste».

Il sindaco Calamai

I lavori sul torrente Agnaccino in via Puccini a Oste hanno un valore di 2 milioni e 170 mila euro e sono inseriti nel masterplan di interventi per la sicurezza idraulica realizzato da Publiacqua su Montemurlo. Sul torrente è in fase di ultimazione la realizzazione di un impianto di sollevamento, una struttura idraulica che consentirà di togliere l’acqua dalla rete fognaria ed evitare così gli allagamenti stradali che si verificano in alcune zone dell’area industriale in caso di piogge intense.

Le acque dell’Agnaccino, infatti, saranno convogliate in una grande vasca in fase di realizzazione e quindi, attraverso alcune pompe idrauliche, convogliate e fatte defluire nel fosso superficiale dell’Agna. In questo modo la rete fognatura avrà una minore quantità di acque da gestire, migliorerà il deflusso in caso di eventi meteorici eccezionali.

L’altro intervento per la sicurezza idraulica in fase di ultimazione è l’’mpianto di sollevamento in via Parugiano di Sotto per un valore di 2 milioni e 328 mila euro. I lavori saranno conclusi entro la fine del 2022. Si tratta di un impianto strategico che consentirà di sollevare le acque meteoriche della rete fognaria della zona industriale tra Oste e Santorezzo e di farle defluire nell’alveo del fosso del Meldancione e nella vasca di laminazione che contestualmente sarà realizzata nell’area adiacente all’impianto.

[masi —comune di montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email