MONTEMURLO. ULTIMATI I RESTAURI DEGLI AFFRESCHI DELLA CROCE

restauri_affreschi_leggenda-croce.
Il restauro degli affreschi

MONTEMURLO. Ultimi ritocchi al restauro degli affreschi della “leggenda della Croce”, ciclo pittorico di Giovanni Da Prato (1591) che si trova sulla contro-facciata della Pieve di San Giovanni Decollato e che sarà presentato al pubblico sabato 21 novembre alle 16:30, dopo la s. messa, nell’ambito delle iniziative della Festa dell’Olio.

Il delicato lavoro di pulitura e di ripristino delle crepe presenti sull’affresco, ha permesso di far riemergere i colori originali della raffigurazione ed alcuni particolari che erano stati persi nel tempo. Ad esempio, i ladri, raffigurati in dimensione piccolissime mentre fuggono con la Croce in mano, hanno di nuovo una fisionomia ben definita.

Ritrovate anche le merlature originali del castello della Rocca, così come i tetti della Montemurlo antica, immortalata per sempre da Giovanni Da Prato. Dalla pulitura dell’affresco sono poi emersi altri piccoli particolari, come un’”acquaiola” (donna che porta l’acqua) che percorre la strada verso la Rocca, i colori originali delle cornici e gli scorci prospettici della stanza dove si svolge il processo ai due ladri. Tanti piccoli particolari che si potranno osservare sabato pomeriggio, magari arrivando in chiesa muniti di un piccolo binocolo da teatro.

I lavori, per un importo di circa 60 mila euro, sono il frutto di una sinergia tra il Comune di Montemurlo e il Comitato Festa dell’Olio, con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Prato.

L’intervento di restauro è stato guidato da Daniele Piacenti con la collaborazione di alcuni restauratori del gruppo “Borgo al Cornio” (Letizia e Mauro Langianni, Desirée Maddalena, Bianca Papi, Marta Gelsumini e con l’aiuto di Alexa Ciardi e Camilla Bartolozzi).

Sempre sabato pomeriggio saranno presentati anche i restauri agli affreschi dell’abside della Compagnia del Corpus Domini. Dietro all’altare è stata ricollocata una tavola di Michele Delle Colombe del 1570, che rappresenta la deposizione di Gesù dalla Croce. Un’opera che trae diretta ispirazione dalla Pietà di Luco del Mugello ad opera di Andrea Del Sarto.

La tavola fu rimossa nel 1987 dalla ditta Piacenti, con una speciale tecnica di trasporto del colore dal legno, per salvarla dal degrado in cui allora versava la Pieve. Ora, dopo aver completato i lavori di risanamento della struttura ed aver riportato l’abside allo splendore settecentesco, il quadro è stato finalmente rimesso al suo posto.

Anche l’affresco dell’assunzione in cielo della Vergine sorretta dagli angeli (sul lato destro dell’abside) è ritornato alla sua collocazione originaria.

[masi – comune montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento