MONTEMURLO, VA IN SCENA “RESISTERE PER L’ARTE”

locandina-saving-art-3-600x385
La locandina

MONTEMURLO. A Montemurlo la festa della Liberazione si chiude venerdì 18 settembre alle 21:15 alla Sala Banti (piazza Libertà) con la presentazione del volume scritto dalla direttrice della Fondazione Cdse, Alessia Cecconi, Resistere per l’arte. Guerra e patrimonio artistico in Toscana. Dieci storie di uomini e opere salvate (Edizioni Medicea), realizzato con il contributo della Regione Toscana. Una storia che si trasformerà in una vera e propria rappresentazione teatrale.

copertina%20okGli attori AltroTeatro, infatti, porteranno in scena le incredibili storie dei “salvatori” del nostro patrimonio culturale e artistico. Persone sconosciute ai più che, durante la Seconda Guerra mondiale, rischiarono la propria vita per salvare l’immenso tesoro conservato nei musei e nelle chiese di tutta la Toscana ed in particolare di Prato e Firenze.

Anche la Villa del Barone fu un rifugio di opere d’arte e la rappresentazione si soffermerà proprio su alcuni episodi che videro Montemurlo protagonista. L’ingresso alla serata è libero e gratuito.

Intanto si può sempre approfittare per vedere la mostra allestita nella galleria della Sala Banti (piazza della Libertà), che resterà aperta fino a venerdì 18 settembre tutti i giorni dalle ore 21 alle 23.

L’ufficio cultura del Comune di Montemurlo, inoltre, è disponibile ad effettuare visite guidate alla mostra. Per prenotare basterà contattare il seguente numero 0574-558524.

[masi – comune montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento