montemurlo. VARIANTE 2, PREVISTA IN CENTRO UNA NUOVA RSA E UNA STRUTTURA SEMI RESIDENZIALE PER ANZIANI

Il consiglio comunale nella prossima seduta sarà chiamato ad adottare la variante 2 al piano operativo e strutturale che modificherà le funzioni di alcune zone centrali di Montemurlo. Le residenze previste nella zona di via Rosselli e via Moro saranno trasferite a Bagnolo fra via Loi e via Falcone e Borsellino. Più funzioni sociali e pubbliche nella zona centrale della città

Simone Calamai

MONTEMURLO. Sarà portata in discussione nella prossima seduta del consiglio comunale, in programma martedì 30 novembre, l’adozione della variante 2 al piano operativo e piano strutturale. Si tratta di un atto molto importante che va a modificare le funzioni di alcune aree centrali di Montemurlo. In particolare nella zona compresa tra via Rosselli — via Aldo Moro (Pg2) la variante prevede una significativa diversificazione delle funzioni attualmente previste, andando a sostituire la quasi totalità della residenza ancora da realizzare, con attrezzature di servizio (RSA e centro diurno per anziani) e nuovi negozi a completamento del polo commerciale posto a sud verso la via Berlinguer.

Il Comune va così ad aumentare la quantità di attrezzature di interesse pubblico, a fronte di una forte riduzione della funzione residenziale. I circa 3mila metri di superficie edificabile, infatti, vengono trasferiti a Bagnolo nella zona tra via Loi e via Falcone e Borsellino. Nella zona all’ingresso di Montemurlo rimangono strutture con funzioni sociali e pubbliche, come una nuova Residenza sanitaria assistita e un centro diurno per anziani.

«Con la Variante 2 andiamo a migliorare e valorizzare aree centrali del nostro Comune, arricchendole con nuove funzioni a carattere sociale e pubblico. — spiega il sindaco Simone Calamai — La previsione di una nuova Rsa e di un centro diurno, che va nella direzione di una risposta efficace alle nuove esigenze socio-sanitarie di una popolazione che sta invecchiando e che avrà sempre più bisogno di strutture assistenziali. Una variante, dunque, che mette al centro gli interessi delle persone e che dà risposte concrete ai bisogni».

Per quanto riguarda le opere e attrezzature di interesse pubblico, la proposta della variante 2 prevede di realizzare il nuovo tratto di strada di via Caporetto che collega la rotonda di via Livorno con via Aldo Moro. Inoltre, lungo la via Caporetto saranno realizzati parcheggi pubblici a servizio del giardino pubblico e della RSA.

Un altro parcheggio pubblico sorgerà lungo la via Aldo Moro in prossimità del Centro Diurno. Nell’area fra il nuovo tratto di via Caporetto e la RSA, infatti, sarà realizzata un’area a verde pubblico attrezzato, che aumenterà così le dotazioni di parchi e giardini della città.

[masi —comune di montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email