montemurlo. “YOUNG STATION-BINARI CREATIVI” ALLA GUALCHIERA

Montemurlo, la conferenza stampa di presentazione del festival
Montemurlo, la conferenza stampa di presentazione del festival

MONTEMURLO. Si aprirà domani, giovedì 20 ottobre, nello spazio culturale della Gualchiera (via del Carbonizzo 9-11 a Montemurlo) l’ottava edizione del Festival “Young Station Binari Creativi”, a cura dell’aps Gualchiera con il patrocinio e la collaborazione del comune di Montemurlo.

Una manifestazione che, con coraggio e maturità, cresce e cambia veste, trasformandosi da contest di varie arti a “festival di teatro”, come spiega Pasquale Scalzi della Gualchiera: «Dopo otto anni abbiamo scelto di far evolvere il festival e di renderlo coerente con quello che siamo, cioè prevalentemente operatori di teatro. Una scelta rischiosa che, però, ci ha premiato: se in media nelle altre edizioni arrivavano trenta proposte di performance, quest’anno abbiamo raggiungo quota cento».

Ma non solo. Una decisione che vuole dare un segnale tangibile di rispetto e attenzione per le giovani compagnie, che promuovono un teatro di qualità, ma che hanno pochi spazi a disposizione dove esibirsi. Ai vincitori del festival, infatti, oltre al cachet, al vitto e all’alloggio, è stata offerta la possibilità di rappresentare per intero lo spettacolo (gli altri anni, invece, lo spazio era limitato ad un’esibizione di venti minuti).

«La Gualchiera è uno spazio dove si lavora con dinamicità e si fa teatro di qualità – dice l’assessore alla cultura, Giuseppe Forastiero –. Il Festival “Young station”, giunto all’ottava edizione, è oramai un’istituzione. Una manifestazione che merita di essere apprezzata e conosciuta da un sempre più vasto pubblico».

Il manifesto
Il manifesto

Fino a domenica 23 ottobre, dunque, tanti appuntamenti dedicati al teatro e alla solidarietà.

«Young station anche quest’anno ha un’apertura sociale e dedica una serata alla raccolta fondi per i terremotati del Centro Italia – spiega Francesco Dendi della Gualchiera –. L’arte non può essere sconnessa dalla società e dalle sue problematiche: nel 2015 abbiamo coinvolto in uno spettacolo i rifugiati presenti sul territorio, quest’anno guardiamo alle zone terremotate e ai giovani attraverso il laboratorio teatrale Binari creativi riservato agli under 35».

La serata di venerdì 21 ottobre sarà, dunque, dedicata alla raccolta fondi pro- terremotati, soldi che non andranno nell’oramai tristemente famose località di Amatrice e Accumuli, ma in realtà limitrofe ma meno conosciute, come spiega Edoardo Nardin, giocoliere e promotore dell’iniziativa: «Magnitudo Circo è un cabaret circencese, promosso dall’associazione Altro circo, che dopo il debutto al raduno nazionale di artisti di circo sociale di Pontedera, girerà tutt’Italia per raccogliere fondi per le popolazioni terremotate. Sul palco saliranno quindici artisti provenienti da tutta la Toscana, che proporranno varie esibizioni e a fine serata si farà cappello, cioè il pubblico potrà fare una donazione libera per le popolazioni colpite dal terremoto».

Anche Niccolò Storai, fumettista pratese, parteciperà alla serata, disegnerà dal vivo e poi le sue opere saranno messe all’asta. Tutti i soldi raccolti andranno ad un’associazione che opera nelle zone terremotate e serviranno per acquistare materiali e giochi per scuole e parchi.

Un festival sempre più di respiro nazionale, basti pensare che, delle circa cento domande di partecipazione pervenute, moltissime arrivano da fuori Regione.

Proprio come la compagnia teatrale “Cantieri Teatrali Koreia”, che quest’anno ha vinto il festival e che arriva da Lecce. Tra gli altri elementi qualificanti di questa nuova edizione del Festival c’è l’attenzione verso la formazione critica del pubblico, come spiega Pasquale Scalzi: «Vogliamo rendere sempre più protagonista il pubblico attraverso la crescita di una coscienza e di una capacità critica verso il teatro. Non a caso lo spettacolo vincitore di quest’anno è stato scelto dai partecipanti al laboratorio teatrale Binari creativi».

IL PROGRAMMA NEL DETTAGLIO

Il logo del festival Young Station
Il logo del festival Young Station

Le quattro serate del festival prenderanno il via giovedì 20 ottobre con lo spettacolo del laboratorio teatrale Binari Creativi, inserito all’interno del progetto Young Space-Spazio ai giovani!, tra i vincitori di Giovani Attivi, bando di aggregazione giovanile ed animazione finanziato da Regione Toscana-Giovanisì, in accordo con il Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile Nazionale. Dalle 20, inoltre, sarà attivo un punto informativo “Giovanisì”, il progetto della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani.

Venerdì 21 ottobre olle ore 21 arriva il cabaret di Magnitudo Circo e l’energia rilasciata dal mondo del circo sociale in Italia per contribuire a riparare i danni provocati dall’evento sismico del 24 agosto.

Sabato 22 ottobre i Cantieri Teatrali Koreia propongono “Codice Nero” – di e con Riccardo Lanzarone musiche Giorgio Distante – spettacolo vincitore del Festival Young Station 8. L’ingresso costa tre euro.

Il festival si chiude domenica 23 ottobre alle 21 con Zona Cesarini, uno spettacolo a cura del “Giardino delle ore” con Matteo Castagna, Paolo Grassi, Filippo Antonio Prina e Antonio Romelli e la regia di Simone Severgnini; i testi sono di Filippo Pozzoli e Simone Severgnini. Ingresso tre euro.

Nei pomeriggi di sabato 22 ottobre e domenica 23 ottobre dalle 16 alle 18 le compagnie teatrali ospiti del festival proporranno un workshop gratuito aperto a tutti coloro che vogliono approfondire le proprie conoscenze teatrali o anche solo per curiosare dietro le “quinte creative” di uno spettacolo.

Infine, durante tutto il festival sarà possibile visitare, nel foyer del teatro, la mostra fotografica a cura del gruppo “Zoom zoom” che racconta per immagini il laboratorio teatrale Binari creativi, che si è svolto nei mesi scorsi.

Per maggiori informazioni si può chiamare la Gualchiera tel. 3343442621 e-mail: gualchiera@gmail.com o navigare su www.festivalyoungstation.it.

[masi – comune montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento