morti bianche. MARTELLI (ACLI): “SIANO RISPETTATI I CONTROLLI”

Giacomo Martelli (Acli Toscana)

FIRENZE. “Da inizio anno sono già stati 44 gli infortuni sul lavoro ​in Toscana​, con un aumento degli incidenti mortali, per la prima volta da 25 anni. Dati che purtroppo si commentano da soli.

Evidentemente gli appelli ad una maggiore sensibilizzazione e per una concreta cultura della sicurezza restano purtroppo inascoltati. Quanto successo a Empoli lascia l’ennesima sensazione di frustrazione ma non possiamo farci vincere dalla desolazione.

Questi dati devono indurci verso una riflessione: se il mercato dell’edilizia sta dando segnali di ripresa e quindi le persone tornano a lavorare, è chiaro che questo comporta maggiori turni di lavoro, più ore nei cantieri, maggiori situazioni da tenere sotto controllo. Eppure sembra proprio che questo non vada di pari passo con un aumento delle misure di sicurezza. Non possiamo permettercelo. Il mondo del lavoro non può permetterselo.”

Così Giacomo Martelli, presidente di Acli Toscana ​in merito all’incidente mortale sul lavoro ieri a Empoli.

[lorenzo galli torrini]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento