MOSTRA DI GIAGNONI AL «BAR GALLO NERO»

Da sabato 6 a domenica 14 settembre in piazza Gramsci una personale dell’artista aglianese
Giovanni Giagnoni
Giovanni Giagnoni

AGLIANA. Si terrà da sabato 6 a domenica 14 settembre l’attesa mostra pittorica di Giovanni Giagnoni, artista aglianese che, grazie al bell’allestimento di Luciano Nesti, esporrà una quindicina di oli alla Galleria Bar Gallo Nero, in Piazza Gramsci ad Agliana.

Sabato 6 settembre, con inizio alle ore 11, vi sarà l’inaugurazione della rassegna; la personale, a ingresso gratuito, osserverà gli orari di apertura della nota caffetteria – wine bar (giorno di chiusura, il mercoledì). Giagnoni, che dagli anni Sessanta ad oggi ha conquistato numerosi riconoscimenti (ricordiamo, tra gli altri, il primo premio a “Il Ricciardetto”, il secondo alla Biennale d’arte Città di Roma e il primo “Al Battistero”), è nato nel 1946 a Pistoia e vive e lavora ad Agliana.

Ha frequentato, non terminando il ciclo di studi, l’Istituto d’Arte di Pistoia, proseguendo il suo cammino di artista come autodidatta, dedicandosi con metodo e passione a sperimentare le diverse tecniche pittoriche (olio, acquarello, china, ecc.), raggiungendo in ognuna di esse notevoli risultati. La natura è per Giagnoni un “momento” di intimità e profonda riflessione nella quale egli coglie quanto di più umano possa trovarsi nel rapporto terra/ambiente/uomo e quest’umano lo ritrova nell’amore con il quale s’avvicina al suddetto trinomio.

E da qui nasce la sua opera creativa che, nella sua formazione definitiva, acquista un aspetto estremamente lirico. La sua storia, le sue opere, che si possono leggere e vedere sul sito internet www.agliana.net, raccontano di emozioni e sensazioni, della capacità di far riflettere ed entusiasmare, di una forza vitale che conquista.

C’è poesia nei lavori di quest’uomo che di sé afferma “da anni mi dedico alla pittura di ogni genere e forma. La pittura è uno strumento per esprimere i sentimenti e quando vedi completata un’opera è come un sogno che si è avverato, un qualcosa di astratto e misterioso che ha preso forma. La pittura permette di rendere concrete le proprie emozioni. La pittura non è un’arte, la pittura è solo un passatempo; diventa arte solo quando viene praticata con amore e passione. È questo quello che penso ed è questo che faccio da anni: il pittore”.

[comunicato]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento