MOTOGIRO D’ITALIA 2014

Le moto d’epoca arrivano sulla Montagna Pistoiese. Venerdì 27 giugno prevista una sosta anche a Piteglio in piazza Fratelli Guermani
Il manifesto del Motogiro
Il manifesto del Motogiro

PITEGLIO. [a.b.] Venerdì 27 giugno in piazza Fratelli Guermani a Piteglio dalle ore 15 e per tutto il pomeriggio grazie alla collaborazione con la locale Pro Loco è prevista una sosta a gruppi, unica tappa sulla Montagna Pistoiese, nell’ambito della quinta tappa del “Motogiro del Centenario”.

Si tratta della gran fondo riservata alle moto d’epoca, considerata universalmente la manifestazione più importante al mondo riservata alle due ruote storiche, praticamente una vera e propria gara iniziata il 22 giugno scorso dal circuito di Misano e che si concluderà sempre a Misano Adriatico il 28 dopo un percorso di 1600 chilometri nel nord ovest dell’Italia.

La carovana nella quinta tappa partirà da Rapallo in direzione di Montecatini Terme. Sul percorso transiterà tra l’altro anche da Popiglio e da Marliana per raggiungere la città termale. Cinque le categorie in cui è suddivisa la rievocazione storia del Moto Giro d’Italia: la categoria “Rievocazione”, riservata alle moto sino 175 cc costruite fino il 1958, la “Vintage”, dedicata a moto e scooter di tutte le cilindrate costruiti dal 1959 al 1969, la categoria “Classiche”, per moto di tutte le cilindrate costruite dal 1970 al 1979, quella denominata “Motogiro D’Italia”, per moto di tutte le cilindrate costruite dal 1979 ad oggi ed infine la “Turistica” aperta a tutte le moto e gli scooter anche attuali. Alla gara motociclistica internazionale di regolarità organizzata dal Mc Terni-Liberati-Pileri partecipano piloti provenienti anche dal Giappone, Australia, Usa, Cile e Argentina.

Info: www.motogiroitalia.it

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento