“MUOVERSI IN TOSCANA”, LE INIZIATIVE PER LA MOBILITÀ REGIONALE

L'Assessore Vincenzo Ceccarelli
L’Assessore Vincenzo Ceccarelli

FIRENZE. “Vogliamo che muoversi in Toscana sia più semplice per i cittadini, le imprese e i visitatori. Abbiamo lanciato una scommessa e la vogliamo vincere. Oggi siamo qui per ragionare su quanto abbiamo fatto e su quanto resta da fare”.

Lo ha detto l’assessore regionale a trasporti e infrastrutture Vincenzo Ceccarelli nel suo intervento di apertura della giornata di studi ‘Muoversi in Toscana’, organizzata dalla Regione per raccontare la mobilità del presente e del futuro, così come è prevista nel Priim, il nuovo Piano regionale integrato di infrastrutture e mobilità.

All’iniziativa hanno aderito i più importanti esponenti del panorama nazionale dei trasporti e delle infrastrutture tra cui il ministro Maurizio Lupi, il viceministro Riccardo Nencini, il presidente di Anas Pietro Ciucci, l’ad di Ferrovie dello Stato italiane Michele Mario Elia e il presidente dell’Autority dei Trasporti Andrea Camanzi.

“Con il Priim – ha aggiunto l’assessore – per la prima volta, infrastrutture e mobilità sono state pensate e programmate in maniera congiunta e coordinata. I risultati si vedono e nel primo anno di vita del Priim, la Regione ha fatto già un importante pezzo del percorso delineato. In questi mesi abbiamo portato avanti la gara unica per il nuovo gestore del tpl su gomma, abbiamo sfidato apertamente Trenitalia e Rfi a mettere in campo tutte le energie necessarie ad avviare un nuovo modello di servizio che rimetta i treni regionali al centro dell’attenzione, abbiamo reso possibili interventi quali il raddoppio della ferrovia Lucca-Pistoia, o il completamento della Due Mari. Abbiamo aperto la strada all’integrazione degli aeroporti di Pisa e Firenze, abbiamo investito con grande forza sui grandi porti regionali, a cominciare da Piombino e Livorno. Abbiamo lavorato alacremente sulla mobilità sostenibile e l’infomobilità”.

“Oggi – ha concluso Ceccarelli – siamo qui insieme agli interlocutori, istituzionali e non, con cui in questi mesi abbiamo dialogato e ci siamo confrontati, anche in modo serrato, per garantire il diritto alla mobilità dei toscani e un più alto livello infrastrutturale e dei servizi. Ora attendiamo dal Governo e dai nostri interlovutori risposte importanti, che si aggiungano a quelle già ricevute. Se ognuno farà bene la propria parte, credo che davvero muoversi in Toscana sarà più semplice e tutti insieme vinceremo un’importante scommessa”.

[pucci – toscana notizie]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento