musica. CULTURIDEA PUNTA SUL PUBBLICO DEL DOMANI

Riccardo e Elvis cera
Riccardo Fagioli e la statua in cera di Elvis Presley

PISTOIA. Dal 7 maggio al 17 giugno alla Fondazione Luigi Tronci avrà vita un festival davvero particolare.

L’Associazione Culturidea ha organizzato una manifestazione strettamente riservata agli amanti della musica con particolare riguardo ai giovani ed alle famiglie che si vogliono avvicinare alla sua storia.

Ogni serata consterà di due momenti, uno narrativo e uno musicale dal vivo. A raccontare la storia della musica e del cinema ad essa collegato saranno Arturo Occhiuto, Riccardo Fagioli, Marco Breschi, Luca Natali e molti altri esperti, mentre tutte le sere si proietteranno anche immagini e video. La parte principale tuttavia sarà proprio della musica suonata rigorosamente dal vivo come ben si addice all’essenza della Fondazione di Corso Gramsci 37 Pistoia.

Ogni serata inizierà alle 21:20 e il calendario avrà cadenza settimanale. La partenza è con il botto sabato 7 maggio ci saranno i Magic Bones e la storia della nascita del Rock and Roll con le mitiche canzoni di Elvis, Chuck Berry, Little Richard, Fats Domino, Ray Charles. Venerdì 13 maggio “Going back to Liverpool” per tutti gli amanti dei Fab Four si affronterà la British Invasion degli anni ’60.

Il 21 maggio sarà la volta di Sergio Mascagni “Ho scritto una canzone” una corsa nella musica dei cantautori italiani, concentrandoci sui testi, le ispirazioni sonore di un percorso che ha segnato un ventennio italiano. “Italian beat better” il 27 maggio con Le Molecole d’Amore il filo ininterrotto dei buoni sounds toccherà il fantastico beat italiano, quello delle cover adulterate e degli irrefrenabili twist ospite d’onore Gennaro Scarpato.

Il jazz arriva il 1 giugno con “The Preservation Hall” un progetto di Alessandro Antonini, Jacopo Fagioli, Francesco Panconesi, Matteo Fagioli, Mister X and guests che affrontando i classici e gli standard intramontabili di New Orleans dà uno spaccato della storia di questo genere. Il 10 giugno sarà un giorno speciale perché avrà luogo una festa con contenuto a sorpresa per il sedicesimo compleanno di Culturidea.

Il Festival “Walking on Beale Street” si concluderà il 17 giugno con il Carlos Perez Project “Dreaming and Drumming” uno spaccato di musica e sensazioni che va dal latin jazz alla world music.

Questo festival è rivolto in particolar modo ai giovani e giovanissimi. Esso vuol essere una narrazione snella ed accattivante di una storia straordinaria che ha caratterizzato e caratterizza la vita di ciascuno, ma aspira ad essere anche una dimostrazione pratica, dal vivo, che la musica non è un ammasso di suoni indefiniti prodotto da qualche marchingegno elettronico, ma il risultato dell’impegno e del talento di esseri umani in carne ed ossa. Ciò che questa manifestazione si propone è di invogliare i giovani e giovanissimi a studiare, ascoltare, amare e frequentare buona musica, partendo dalla sua storia.

[culturidea]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento