musicalmente. VIOLINO ALLA FONDAZIONE TRONCI

iryna-korotun
Iryna Korotun

PISTOIA. Il cammino di “Musicalmente giovedì con un mercoledì”, il festival organizzato da Fondazione Tronci ed associazione Culturidea, prosegue con un appuntamento davvero speciale con la musica classica e moderna ed il violino protagonista.

La serata di giovedì 24 novembre alle 21:30 in corso Gramsci 37 (ingresso 5 euro) vedrà la presenza della nota violinista di origine ucraina Iryna Korotun accompagnata al pianoforte da Maria Teresa Guarracino.

Il repertorio scelto dalle artiste è molto accattivante e affascinante. Ciò che gli spettatori potranno ascoltare è qualcosa che “si sente” al di là delle definizioni che cercano a tutti i costi di ingabbiare il suono del violino sotto il termine “classico”, “rock” o “pop”.

La musica spesso riserva delle piacevoli sorprese: può trattarsi ad esempio di artisti che s’incontrano e mescolano i propri stili e le proprie voci dando vita ad una miscela musicale nuova e per questo gradevole. A volte per proporre qualcosa di innovativo serve un lavoro di ricerca e sperimentazione, magari rispolverando qualche elemento di un passato che ai più appare troppo remoto.

Ed è proprio da una riscoperta del passato che ha avuto origine un genere a suo modo nuovo, che unisce musica classica e moderna. Il fenomeno del pop sinfonico nasce dalla fusione tra due generi musicali apparentemente opposti: la musica classica e il pop-rock tradizionale.

Iryna Korotun
Iryna Korotun

Nello specifico questa operazione di ricerca si basa principalmente sull’utilizzo di strumenti musicali per lo più utilizzati nella musica classica come violino e violoncello, uniti a quelli classici del pop-rock, come chitarre elettriche, tastiere, batteria e basso.

Negli ultimi anni, prevalentemente nei paesi del Nord Europa, si sono formati e sono arrivati all’attenzione di media e pubblico alcuni artisti e gruppi che hanno permesso a questo nuovo genere musicale di emergere e scalare le classifiche in diversi Paesi.

Iryna Korotun fa parte di questo movimento innovativo della musica e, partendo dalle proprie solidissime basi classiche, giunge a toccare i più alti toni della tradizione del violino, arrampicandosi vorticosamente verso le influenze e le contaminazioni del mondo moderno e contemporaneo.

Così i cenni a celebri concerti classici per violino corrono paralleli alle melodie di note colonne sonore andando a flirtare, grazie all’apporto del pianoforte di Maria Teresa Guarracino, con canzoni melodiche popolari e suggestioni psicadeliche.

Non è ancora confermata la presenza al concerto del polistrumentista poliedrico Oronzo Guardione, ma anche in sua assenza la serata si preannuncia di assoluto fascino.

Musicalmente giovedì con un mercoledì si sta dimostrando una rassegna veramente particolare che ha posto nello stesso cartellone blues, jazz, rock, cantautorato, sperimentazione percussiva in un tragitto che cerca di coniugare, secondo le idee di Culturidea e Fondazione Tronci, armonia e cultura.

[culturidea]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento