NEVE. SIMONE FERRARI SU FB A FEDERICA FRATONI

«Chi ha fatto fare una brutta figura alla montagna lei e la sua amministrazione oppure noi che abbiamo “fermato” pacificamente l’albero per il Quirinale?»
Neve e disagi sulla Montagna Pistoiese. Dicembre 2014
Neve e disagi sulla Montagna Pistoiese. Dicembre 2014

MONTAGNA. Buongiorno Federica (credo che ora tra i radical chic usi dire così). Secondo Lei chi ha fatto fare una brutta figura alla montagna lei e la sua amministrazione oppure noi che abbiamo “fermato” pacificamente l’albero per il Quirinale?

Tre ore per andare all’Abetone, ad un certo punto la strada chiusa! Il tutto per 25 cm di neve. E se avessimo avuto bisogno urgente dell’ospedale?

Credo che debba delle scuse alla montagna e non trincerarsi dietro ai soliti tagli del governo (magari ancora quelli di Berlusconi!). Quando una persona con il suo ruolo fa dichiarazioni del genere dovrebbe poi prendersi le responsabilità di quanto dichiarato e avere il buon cuore di ammettere gli errori.

Le do una notizia in anteprima, in montagna da qui ad aprile potrebbe nevicare di nuovo e dare origine ad un altro inferno bianco.

Chiudo ringraziandola per l’ennesima figura di m…a che le varie amministrazioni fanno fare a noi gente di montagna.

P.S. Lei ha dichiarato che con la protesta della consegna ritardata dell’albero di Natale facevamo fare una brutta figura alla Montagna mentre il Quirinale ci ha invitati affinché potessimo dire il perché della nostra protesta – differenze di sensibilità.

Simone Ferrari

[Simone FerrariFederica Fratoni]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

2 thoughts on “NEVE. SIMONE FERRARI SU FB A FEDERICA FRATONI

  1. Qualcuno dei nostri politici prenderà atto che c’è bisogno di un ospedale con pronto soccorso in montagna? Vorrei che l’assessore Marroni o il presidente Rossi e giù giù tutti i politici sordi, ciechi e muti si trovassero a vivere certe situazioni, tante volte cambiassero idea sulle priorità ed i numeri (quando i numeri diventano loro)…

Lascia un commento