NICCOLAI (PD): «UN’OPERAZIONE ‘VERITÀ SUL BILANCIO’»

Marco Niccolai
Marco Niccolai

PESCIA. Marco Niccolai scrive:

Con l’ultimo consiglio comunale di ieri possiamo dire che abbiamo mantenuto un importante impegno che il Sindaco e la sua coalizione avevano preso con i cittadini a maggio: quello di un’operazione verità sul bilancio e della sua messa in sicurezza.

Per fare questo la Giunta ha chiesto ed ottenuto un confronto anche alla Sezione di Controllo della Corte dei Conti della Toscana, nel quale ha spiegato il lavoro di riordino e ripulitura effettuato e le misure adottate.

Nel confronto sono emerse preziose notazioni, grazie alle quali, dopo un’attenta verifica da parte degli uffici, è emerso come la precedente Amministrazione non avesse lasciato un bilancio in avanzo di competenza, come sventolato in campagna elettorale, ma con un importante disavanzo, solo in parte coperto in fase di consuntivo, tant’è che nel consiglio dell’assestamento è stato necessario ripianare tale disavanzo per ulteriori 154.000 euro.

Ciò vuol dire che, fra debiti fuori bilancio non coperti e disavanzo l’amministrazione Marchi ha lasciato alla nuova Giunta un buco di circa 600.000 euro. L’assessore al bilancio ha poi dichiarato, durante il consiglio, che, oltre a questo, è stato necessario, in attesa di riverificare i conti con la Corte, congelare a tutela dell’Ente, prudenzialmente, ulteriori 114.000 euro sul fondo di riserva.

Oreste Giurlani,  Sindaco di Pescia e Presidente dell’Uncem
Oreste Giurlani, Sindaco di Pescia e Presidente dell’Uncem

È stato dunque messo davvero in sicurezza il bilancio, che, a questo punto appare solido e con prospettive positive. Oltre a questo è stata effettuata un’importante “spending review”: ad esempio, come affermato dal Vicesindaco in consiglio, l’anno prossimo per avere lo stesso servizio di riscaldamento degli edifici pubblici, si spenderanno 140.000 euro circa in meno, per il servizio del canile almeno 25.000 euro in meno, per il personale circa 120.000 euro in meno, oltre ad un taglio generalizzato di spese, ad esempio su utenze telefoniche e luce.

Si spenderà meno anche per avere gli stessi servizi dalla Società della Salute, perché cambierà il parametro di ripartizione della spesa fra i comuni. Come ha spiegato l’assessore competente, sono invece destituite di ogni fondamento le voci di vecchi debiti fra Comune e Società della salute.

Sulla base di questo possiamo dire che si sono fatti passi in avanti decisivi per il risanamento dell’Ente, non a parole ma con i fatti. La Giunta ha peraltro annunciato al Consiglio ed alla stessa Magistratura Contabile l’intenzione di lavorare ad un nuovo piano di riequilibrio che accorci sensibilmente i tempi di rientro dal debito da parte del Comune.

Abbiamo fatto davvero chiarezza sulla situazione dei conti, ora si può finalmente ripartire.

Marco Niccolai
Capogruppo Pd – Pescia è di tutti

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento