NO ALLA VENDITA DI ALCOL AI MINORI: CHI SBAGLIA SI ASSUMA LE PROPRIE RESPONSABILITÀ

Marinai-Fipe: comportamento che danneggia l’immagine del centro storico
Alcolici vietati ai minorenni

PRATO. “La vendita di alcolici ai minori è un comportamento sbagliato oltre che pericoloso: esiste una legge che tutela i più giovani e chi non la rispetta deve assumersi le proprie responsabilità”.

Con queste parole Simona Marinai, vice-presidente Fipe Confcommercio – il Sindacato dei pubblici esercizi di Prato – e titolare del locale Le Barrique nel centro della città, commenta quanto emerso dal servizio di Striscia La Notizia andato in onda martedì 8 Gennaio.

“Sebbene la televisioni rimandi spesso un’immagine parziale della realtà, quello che abbiamo visto è purtroppo evidente e non ammette giustificazioni. Come Associazione siamo sensibili al tema e siamo costantemente impegnati in azioni di sensibilizzazione che portino al totale rispetto delle regole da parte di tutti.

È capitato in passato che ci siano state segnalate situazioni particolarmente difficoltose per le quali ci siamo immediatamente mossi insieme alle istituzioni.

Anche questa volta non possiamo fare a meno che denunciare certi comportamenti che ledono non soltanto i minori ma anche l’immagine dei locali che operano correttamente e dell’intero centro storico”.

[martini —confcommercio pt-po]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT09G0626013807100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento