«NON DISTURBATE IL PAPA»

Giorgio Federighi
Giorgio Federighi

PISTOIA. Abbiamo letto che il sig. Scannella intende investire Papa Francesco (vedi) circa il mancato “nulla osta” di don Baronti alla effettuazione della festa del Cittadino programmata dal Movimento Cinque Stelle nell’ambito della settimana che tutti gli anni viene meritoriamente organizzata, a Badia a Pacciana, nei locali adiacenti la parrocchia della piana pistoiese.

Non conosco il sig. Scannella se non attraverso quanto da lui scritto recentemente. Suoi conoscenti mi dicono che è persona ed imprenditore attento e competente, ma voler investire il santo Padre di questa vicenda congetturando discriminazioni e dietrologie mi sembra eccessivo e fuori luogo.

Si tratta di una questione già affrontata e risolta dal parroco e dal Vescovo di Pistoia, da quelli attuali e dai loro predecessori, tra questi mons. Scatizzi che tenne la medesima posizione su una questione analoga già negli anni ottanta, quando giudicò inopportuno lo svolgimento delle feste dell’Amicizia organizzate dalla Democrazia Cristiana o comunque da partiti e movimenti politici nei circoli parrocchiali, del Mei, delle Acli, dell’Anspi e così via.

A me pare quindi giusta la posizione di don Baronti e della Curia vescovile e, mi permetta il sig. Scannella, lasciamo che Papa Francesco continui ad occuparsi, così bene ed appassionatamente come sta facendo, della Chiesa universale e delle enormi problematiche del mondo intero.

Giorgio Federighi

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

3 thoughts on “«NON DISTURBATE IL PAPA»

  1. ho sempre pensato che nei vari comitati, anche parrocchiali, ci siano persone che ci stanno per interesse personale…quindi scherziamo con i fanti e lasciamo stare i santi e anche il papa…buona festa storica

  2. Ho sempre pensato, caro Benegab, che il nostro Federighi voglia sempre intromettersi, in tutte le vicende, per farsi un po’ di sana pubblicità (se no, chi se lo ricorda!?). Ora suggerisce al signor Scannella di non scrivere al Pontefice, che è Dio in terra per la religione cattolica apostolica romana. Chi meglio di lui, quindi, potrebbe dare un giudizio sulla vicenda? Mica Federighi, immagino: che più volte è entrato Papa ed è uscito… cardinale! 😛

Lascia un commento