nuoto. GABBRIELLESCHI, LA ROSA PISTOIESE TRA I TULIPANI

Gabbrielleschi in tenuta azzurra
Gabbrielleschi in tenuta azzurra

HOORN. Tra i tulipani, una rosa: bella, anche con le sue spine. In Olanda, ai Campionati Europei Assoluti di nuoto di fondo, Giulia Gabbrielleschi, pistoiese classe ’96 (compirà 20 anni il prossimo 24 luglio), è sbocciata.

Che fosse brava, che avesse del talento unito a eccellenti mezzi atletici e a un bel carattere, determinato e convinto, ne erano consapevoli tutti (o quasi). Chiusa, però, tra l’Alice nel Paese delle meraviglie (Nesti, capace di partecipare alle Olimpiadi di Londra 2012: chapeau!), e il 5 volte campione italiano assoluto dei 50m dorso Niccolò Bonacchi (tanto di cappello!), Giulia pareva recitare sempre la parte… della terza (e quanto sbagliava e sbaglia chi credeva e crede questo).

Il tuffo di Gabbrielleschi
Il tuffo di Gabbrielleschi

Poi, pian piano, specie nelle ultime 2 stagioni i progressi, i miglioramenti, sensibili sensibilissimi non solo nel fondo, ove si è scoperto che ha davvero qualità “monstre”, ma anche nel nuoto in piscina, nelle specialità lunghe dello stile libero. Sono arrivate le medaglie pesanti, le convocazioni in azzurro.

E Giulia è diventata, d’improvviso, grande. L’hanno scoperta tutti. Osservandola come mai prima d’ora. Ed è apparsa brava, bella, simpatica e chi ne ha, più ne metta.

A Hoorn, con l’Italnuoto, la 19enne tesserata della Nuotatori Pistoiesi ha ottenuto uno scintillante quinto posto nella 5 km a cronometro e un settimo nella 10 chilometri, all’esordio.

Quinta col tempo di 1h00’38”6 in scia all’inglese Danielle Huskisson, neo campionessa europea in 59’46”1, alla tedesca Finnia Wunram (59’52”4), all’olandese Sharon Van Rouwendaal (59’54”9) e all’altra azzurra Aurola Ponselè (1h00’11”8). Nella 10 km, invece, la nostra portacolori ha chiuso in 2h07’12”8, dietro alle altre azzurre, la fiorentina Rachele Bruni, che ha vinto la medaglia d’oro in 2h07’00”1 assieme alla francese Aurelie Muller (primo ex aequo della storia del fondo), e ad Arianna Bridi, che ha conquistato il bronzo con un ritardo di 3”5.

Gabbrielleschi in Olanda
Gabbrielleschi in Olanda

Una Gabbrielleschi da applausi o, se preferite, da fare innamorare, solo a guardarla. A poco più di 12 secondi dal successo. Sulla sua pagina Facebook ha scritto. “Concludo questa prima gara europea (assoluta, ndr) con un settimo posto, con un briciolo di amarezza ma anche con la consapevolezza di aver fatto tanto e dato tutta me stessa.

Le emozioni che ho provato sono indescrivibili, gareggiare con le più grandi e avere la consapevolezza di farne parte… sono fiera di rappresentare i colori del mio Paese in questa grande competizione e il mio impegno sarà massimo anche nella 5 km.

Grazie allo staff tecnico, alla mia famiglia, che mi ha seguito fino in Olanda per sostenermi, e al mio allenatore (Massimiliano Lombardi, ndr), che fa il tifo per me da casa. Questo risultato se lo sono guadagnato anche loro. Se un sogno ha così tanti ostacoli significa che è quello giusto”.

“Considerato che si tratta della sua prima partecipazione a un Campionato Europeo Assoluto mi sembra che si sia comportata molto bene – il commento del suo allenatore, Massimiliano Lombardi –. Nella 10 km è stata quasi tutta la gara davanti e nella 5 era l’unica delle italiane ad avere nelle braccia la 10 km di 48 ore prima”. La piccolina è grande. Grandissima.

[Gianluca Barni]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento