NUOVA TANGENZIALE, TERRA DESOLATA

Quarrata. Nuova tangenziale. 1
Quarrata. Nuova tangenziale. 1

QUARRATA-PRATO. [a.b.] Siamo poco al di là del confine tra il Comune di Prato e quello di Quarrata e Agliana sul tratto finale (per il momento) della Nuova Tangenziale che da Casini porta fino al territorio pratese. Una zona completamente al buio, tra l’altro isolata dalle abitazioni essendo su un tratto della nuova arteria che – una volta terminata – porterà i quarratini in un baleno al Casello Autostradale di Prato Ovest oppure verso Bagnolo e Montemurlo.

Quarrata. Nuova tangenziale. 2
Quarrata. Nuova tangenziale. 2

“Il confine tra i due Comuni – scrive Daniele Manetti – è delimitato da un enorme muro di rifiuti”. Presente già da alcuni giorni all’ultima rotatoria prima delle curve che conducono sulla vecchia strada per Casale di Prato o Caserana, poco prima del tratto chiuso a causa dei lavori “pratesi” ancora in attesa di una conclusione, sono presenti rifiuti industriali e urbani.

Quarrata. Nuova tangenziale. 3
Quarrata. Nuova tangenziale. 3

“È incredibile – scrive Manetti – lo stato di abbandono e di sporcizia in cui versa l’area. È arrivato il momento di prendere i provvedimenti illustrati dai nostri comitati al Cis nell’incontro svoltosi il 16 gennaio scorso”.

È presumibile che parte dei rifiuti abbandonati provengano dallo stesso territorio quarratino. Oltre alla mancanza di senso civico tale abbandono va letto anche come un messaggio di disagio e di inadeguatezza degli attuali sistemi di raccolta dei rifiuti.

Quarrata. Nuova tangenziale. 4
Quarrata. Nuova tangenziale. 4

“Per noi alla base – spiega Manetti – c’è l’inerzia dei nostri amministratori nel coinvolgere in un percorso partecipato tutti i cittadini nella gestione dei rifiuti a 360 gradi”.

Nell’occasione si ricorda che all’incontro con la direzione del Cis è stato detto che il costo delle discariche abusive nel bilancio del Cis si aggira attorno ai 15 mila euro. Abbandonare i rifiuti è un reato e devono essere le autorità addette ai controlli verificare chi delinque”.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento