nursind & covid-19. FLASH MOB 3 GIUGNO, IN PIAZZA A FIRENZE PER RICORDARE CHI HA DATO ANCHE LA VITA PER LA SALUTE DI TUTTI

In Italia si parla troppo e non si fa niente. La sanità è stata distrutta dai padroni della vita altrui con tagli e mutilazioni. Tutti credevano di essere stati salvatori della patria e invece, fra loro e l’Europa che non esiste, hanno mandato a morte 40 mila cittadini; hanno messo a rischio tutti gli operatori della sanità e ora… chi s’è visto s’è visto
Ringraziati sùbito come eroi e immediatamente dopo dimenticati e messi da parte. Con le Asl di Rossi che minacciavano chi avesse aperto bocca per parlare delle disfunzioni e delle criticità di un sistema sanitario fallimentare


La giornata della protesta

  1. ORE 9.45 PIAZZA DUOMO FIRENZE
    • Gli infermieri indossano le magliette, le bandane e le mascherine
    • Agli infermieri vengono consegnati cartelloni e bandiere da tenere in mano a braccia
    • Gli infermieri con le bandiere si dispongono lungo il perimetro
    • Gli infermieri con i cartelloni si dispongono in file da 10 lasciando la prima fila vuota, con gli zoccoli deposti a terra simbolo dei colleghi deceduti
  2. 10 IL SEGRETARIO AMMINISTRATIVO NAZIONALE PRENDE IL MEGAFONO ED INIZIA A PARLARE…. (gli infermieri sono in piedi a braccia alzate con i cartelloni e le bandiere verso il cielo)“…Infermieri è ora di dire le verità scomode, dobbiamo dare una chiara testimonianza dei nostri sacrifici. Ci sono delle domande a cui dobbiamo dare delle chiare risposte!” (Gli infermieri sono tutti in piedi braccia alzate con i cartelloni e le bandiere verso il cielo, si voltano dando le spalle al palazzo della Regione )

ALLE DOMANDE TUTTI GLI INFERMIERI RISPONDONI DI NO

INFERMIERI CONTAGIATI
VI È STATA AUTORIZZATA LA QUARANTENA?

  • INFERMIERI CONTAGIATI VI HANNO FATTO I TAMPONI?
  • INFERMIERI SOSPETTI CONTAGIATI SIETE STATI ESONERATI DAL LAVORO?
  • INFERMIERI VI BASTA L’ENCOMIO E L’ETICHETTA DI EROI?
  • INFERMIERI AVETE RICEVUTO DISPOSITIVI DI PROTEZIONE IDONEI?
  1. ORE 10.40 PER RICORDARE I COLLEGHI CHE NON CI SONO PIÙ.

Gli infermieri rivolti verso il palazzo della Regione con i cartelloni si siedono a terra tenendosi la testa tra le mani (a simboleggiare lo stress al quale sono stati sottoposti e la loro disperazione) e appoggiano i cartelloni a terra davanti a loro; mentre quelli sul perimetro con le bandiere rimangono in piedi

UN INFERMIERE CON IL MEGAFONO INIZIA a scandire i nomi dei colleghi morti a causa del coronavirus e ONORE a tutti gli infermieri che hanno scelto di rimanere anonimi

  • Gli infermieri osservano un minuto di silenzio alla fine del quale si alzano TUTTI IN PIEDI IN UN APPLAUSO PER I NOSTRI COLLEGHI MORTI

ORE  11.20  IL  SEGRETARIO  REGIONALE  PARLA  CON  IL  MEGAFONO….  (tutti gli

infermieri di fronte al palazzo della Regione sono sempre in piedi con i cartelloni e le bandiere alzate verso il cieloNoi siamo quindi oggi qui ad affermare cosa esigono gli infermieri!!

ALLE DOMANDE TUTTI GLI INFERMIERI RISPONDONO

INFERMIERI È TEMPO
DI ESSERE ASCOLTATI DA CHI GOVERNALA SANITÀ?

  • INFERMIERI SIAMO STANCHI DI FALSE PROMESSE?
  • INFERMIERI CHIEDIAMO IL GIUSTO RICONOSCIMENTOCOME PROFESSIONISTI?
  • INFERMIERI CHIEDIAMO L’AUTORAPPRESENTANZA?
  • INFERMIERI LOTTEREMO FINCHE NON AVREMO OTTENUTO I NOSTRI DIRITTI?

[redazione@linealibera.info]


PERÒ, CHE VERGOGNA GRANDUCA ROSSI!


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email