“OLIO DI CASA NOSTRA” A MONTEMURLO

festaoliomontemurloMONTEMURLO. Soprattutto dopo lo scandalo dell’extra vergine d’oliva, sentiamo sempre più parlare di “qualità dell’olio”. Ma, dando per scontato che i valori chimici dell’olio siano corretti e che non ci siano contraffazioni, siamo in grado di riconoscere i “difetti” dell’olio che portiamo in tavola e di ricercarne i pregi?

Per cercare di rispondere a queste ed ad altre domande il Comitato Festa dell’Olio di Montemurlo, con il patrocinio del Comune di Montemurlo, nell’ambito delle iniziative della Festa dell’olio 2015, domani, venerdì 20 novembre, alle 19 al circolo “Gino Gelli” organizza un breve seminario dal titolo “L’olio d’oliva nel nostro territorio com’è cambiato il gusto: cosa significa davvero olio di qualità e com’è possibile distinguerlo”.Un focus sulle tecniche d’assaggio dell’olio di oliva, su come è cambiato il “gusto” negli anni e sulle prospettive di qualità del prodotto “olio” nel nostro territorio.

Tappo antirabbocco
Tappo antirabbocco

Interverranno Franco Pasquini, capo panel della Anapoo, e Massimo Gori, che proporranno vari assaggi di oli di qualità e di oli difettati.

Dopo la cena seguirà il primo concorso dell’olio, “Olio di casa nostra”, aperto a tutti i produttori d’olio del comune di Montemurlo, divisi in due categorie: aziende agricole (iscritte Sian) e privati.

I vari campioni d’olio saranno assaggiati da una giuria di “assaggiatori professionisti” appartenenti all’Anap (l’associazione nazionale degli assaggiatori professionisti d’olio d’oliva) ed anche il pubblico potrà esprimere il proprio giudizio assegnando il “premio del consumatore”.

Per ritirare la scheda di partecipazione al concorso e per maggiori informazioni ci si può rivolgere a Alessandro Franchi cell. 3478627809 (franchi.alex@alice.it).

[masi – comune montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento