opposizione. ASSENTE, PRUDENTE O IN COMA?

Ad Agliana l’opposizione è depressa dalla “ritirata” del giugno scorso. Prudente o volutamente assente perché logorata dalla mancanza di potere e dai propri scheletri sparsi dappertutto?
Le previsioni non sono mai certezze

 

AGLIANA. Abbiamo contattato la Presidente Pacini, per chiederle il motivo di un così prolungato rinvio dei lavori consiliari: alla fine di ottobre saranno ben tre mesi!

Una cosa insolita e sorprendente, vista la pulsione dell’amministrazione di Benesperi a caratterizzare la politica del Comune e riscrivere la “Storia” della cittadina che fu dei pupari Magnanensi e Ciampolini e poi commissariata dall’assessore [nau]Fragai, con una ricca sequela di misfatti, ampiamente documentati solo (e si sottolinea solo) dalla nostra testata.

La cosa ci ha sorpreso anche per come abbiamo scoperto che nella vicina Quarrata, l’opposizione ha presentato ben 35 interrogazioni, mentre ad Agliana nessuna: è depositata al protocollo solo la mozione della lista civica Agliana Cambia, sull’uso indiscriminato dei pesticidi. Il Pd sembra davvero impigrito dalla nuova esperienza di funzionamento dell’opposizione al centro-destra.

Massimo Vannuccini

Ma questa notevole inerzia dell’azione politica del trio Vannuccini/Romiti/Tonioni è davvero pigrizia o è prudenza o forse espressione del “coma politico” in cui sono caduti il 10 giugno?

I tre sono bene consapevoli che a “toccare la cacca, il puzzo aumenta”: dunque, non è la mancanza di argomenti a giustificare la loro inerzia, ma i turbamenti che sarebbero dissepolti su ogni argomento, che sia il bilancio, la sicurezza, le cooperative, l’urbanistica, i rifiuti, la tassazione generale o la scuola. Un bel casino!

Forse è la consapevolezza che, con una così grande antologia di episodi di malagestione (si evita di elencarli, perché ci vorrebbero almeno dieci schermate) il buon senso suggerisce di ricercare l’oblìo, evitando accuratamente di riaprire delle ferite che comunque richiederanno un lungo termine per la loro rimarginazione.

La Presidente del consiglio comunale Milva Pacini

Quale altra motivazione è da ricondurre a questo davvero insolito comportamento, almeno se comparato ai due Comuni vicini di Montale e Quarrata?

È vero che la Tonioni, ha indicato di tenere il basso profilo sulle questioni relative al Comune che il Partito Dominante ha presidiato per oltre 74 anni e che lo vede comunque con le mani in pasta su ogni fronte?

Che ha da dire in proposito Guido Del Fante, il locale Prof. Pasquino politologo degli sconf[r]itti?

Alessandro Romiti
[alessandroromiti@linealibera.info]


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “opposizione. ASSENTE, PRUDENTE O IN COMA?

Comments are closed.