ORESTE (GIURLANI), PRESIDENTE UNCEM, HA UN PREGIO…

Oreste Giurlani
Oreste Giurlani

FIRENZE-PISTOIA. Oreste (Giurlani), Presidente Uncem, ha un pregio: non sembra, è.

Chi, stupidamente, pensa di “stoppare” (con mezzucci da servetta) l’informazione libera che questo quotidiano rappresenta, lo gratifichiamo con queste brevi note che il prode Oreste sicuramente accetterà. Perché viene da una scuola veterocomunista dove la verità era affidata alle veline serie, e dove, comunque, chi non ciuccia, si rode ma non ciuccia.

Dunque, si apprende che il nuovo Consiglio Uncem, quell’organismo che dovrebbe salvaguardare gli interessi dei piccoli comuni montani, è stato rinnovato (vedi).

Il bilancio degli anni precedenti è stato negato ai richiedenti (ex) consiglieri in Regione, ma è evidente che questa parte di “puppa” butta ancora.

Del pregevole consesso fa parte anche la Sindaca di San Marcello, Silvia Maria Cormio. Non è una “sboldrinata” lessicale, il Sindaco donna, secondo la Boldrini, deve essere chiamata Sindaca. Quando poi si dovrà scrivere, secondo il genere gender, sindaco 1 o sindaco 2, ne riparliamo: speriamo mai.

Donzelli e Giurlani durante l’irruzione di Fdi-An nell’Uncem
Donzelli e Giurlani durante il blitz di Fdi-An nell’Uncem

Presumiamo che le elezioni si siano svolte in video conferenza, quell’apparato pagato oltre 700mila € dai Comuni facenti parte della congrega, per evitare gettoni di presenza, percorsi autostradali disagevoli e “mazze” varie che il buon Oreste ha propinato ai suoi soci ai tempi in cui era Sindaco di Fabbriche di Vallico, e già presidente del benemerito ente Uncem. Senza fine di lucro (leggi voti)?

La domanda che ci sorge spontanea è, però, cosa ci stia a fare la Sindaca Cormio, unica rappresentante della Montagna Pistoiese, in questa assemblea che altro non è che il classico carrozzone succhia-soldi del quale il “popolo” prima o poi chiederà conto.

Era l’unica disponibile a rappresentare la Montagna Pistoiese di fronte al diniego, magari moralmente consigliato, degli altri Sindaci di questa Montagna che devono necessariamente transitare davanti all’ex-ospedale Pacini che dei cialtroni, buffoni, servi sciocchi, lenoni, tenutarie, continuano a dichiarare potenziato?

Oreste Giurlani Presidente Uncem
Oreste Giurlani Presidente Uncem

O, forse, pensiamo maliziosamente noi, dinnanzi al meraviglioso (!) risultato raggiunto (in termini di preferenze) dalla neo Giovanna D’Arco-Sabrina Innocenti alle recenti elezioni regionali, la nostra (A.M. Cormio) sta preparandosi un nuovo futuro politico (come l’inutile e inefficace caccia-intercettore S.S. Gori), quando la butteranno fuori dal suo incarico di Sindaco sanmarcellino?

Torniamo velocemente a noi. L’Oreste Giurlani, Sindaco di Pescia e Presidente Uncem (che rifiuta la visione del bilancio ai Fratelli d’Italia in Regione ma che, se girano le balle, non potrà rifiutarla a qualche cittadino organizzato e più incazzato), dei 700mila euro spesi per il circuito di video-conferenze, e di cui già abbiamo trattato, cosa può dirci di più preciso? A cosa sono serviti realmente e praticamente questi soldi? C’è una rendicontazione consultabile al centesimo?

Se, quando è stato “ucciso” l’ospedale Pacini di San Marcello e la Sanità Toscana in generale in Montagna, questo mezzo, tecnologico assai, fosse stato utilizzato tempestivamente per mettere al corrente i vari “consoci” che pagano svariate migliaia di euro l’anno per mantenere questa “baracca”… Altrimenti, questo “cappero” d’Uncem cosa ci sta a fare? Per dare lavoro agli esodati della politica? Occhio, Oreste, la mucca è sempre più secca e dà sempre meno latte. Tanti si credevano più furbi e più intelligenti. Dice niente Prodi?

P.S. A RAFFICA

  1. A me Oreste è simpatico, anche perché non è un “compagno”.
  2. Se il Direttore di Linee Future mi pubblica, lo ringrazio per l’applicazione dell’art. 21 della Costituzione che personalmente vedo rispettata in maniera un po’ strana. D’altronde, il Presidente della Repubblica Mattarella, è stato, era, fu, il braccio destro di De Mita.
  3. Quel Mattarella che da componente del massimo organo costituzionale dichiarò il Parlamento (che poi lo ha eletto) illegittimo, non è l’attuale Presidente della Repubblica: è un parente di Scajola.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “ORESTE (GIURLANI), PRESIDENTE UNCEM, HA UN PREGIO…

Lascia un commento