outing. OLIVIA, UN’ALTRA DEI NOSTRI!

Alla Misericordia, prosegue il new deal, attestato questa volta dall’autorevole “mi piace” apposto dalla Dott.ssa Olivia Cialdi sulla pagina Fb del Comune di Agliana. I contestatori espliciti dunque crescono timidamente

 

Il “mi piace” al post di outing di Mauro Polvani è davvero eloquente per la caratura della professionista Dott.ssa Cialdi

AGLIANA. Conosciamo la Dott.ssa Olivia Cialdi dal 2013, quando intervenne con un illuminato commento, che strideva e si distingueva dalla generalità delle repliche espresse dagli altri volontari, tutti chiamati a raccolta in un corollario d’ossequi imposti dalla retorica presidenzialista artioliana più compulsata.

All’epoca, sono trascorsi sei anni, la Dott.ssa Cialdi era inconsapevole che con quel distinto commento, avrebbe ipotecato al meglio la sua carriera di volontaria nella Confraternita aglianese: lei auspicava dei chiarimenti che, dopo 6 anni – ci dispiace rilevarlo – nessuno ha mai dato e nemmeno il Rag. Bruno Gori, sindaco revisore della Misericordia recentemente sollecitato a ciò da un consigliere comunale intenzionato a fare luce sulle responsabilità della lite con i professionisti Mangoni Piergino ed Enrico.

Niente si è mosso: l’ombra di Artioli è sentita ancora oggi dall’intero Consiglio direttivo e dunque l’immobilismo è costante: nessuno ha poi esercitato la tutela e il ristoro dei danni sollecitata dai professionisti contro i responsabili.

Olivia Cialdi, psicoterapeuta e formatrice

Ma torniamo al pregevole “mi piace” apposto all’articolo “Mauro uno di noi!” nel quale si celebrava l’outing dell’ottimo Polvani: Olivia, insieme a un’altra volontaria appone sulla pagina Fb di Agliana uno scriminante apprezzamento del pezzo, ovvero ai contenuti, cioè alla più originale determinazione di Mauro di fare affermazioni di merito, nel momento in cui si registra un positivo cambio di direzione della gestione della Misericordia.

Inoltre, l’articolo in questione ha incassato ben 34 “condivisioni” di feisbucchiani, tra i quali ci saranno probabilmente alcuni spavaldi volontari che rilanciando la notizia sui social, ne confermano la sua meritevolezza. What else?

Tanta roba, giusto per il calibro della competenza professionale sprigionata dalla volontaria Olivia, che – non è un dettaglio – si occupa specificamente di formazione e docenza nelle competenze verbali” ovvero di comunicazione.

Siamo soddisfatti di aver portato alla luce – sei anni fa – una incresciosa situazione di sofferenza e mancanza di trasparenza, che adesso potrà essere coltivata dai volontari e soci selezionando un nuovo Consiglio direttivo illuminato e liberale di rinnovamento autentico.

Olivia, si occupa inoltre – data la sua competenza professionale – della formazione dei volontari; dunque il suo commento di apprezzamento  vale 100 e si attesta come un Manifesto elettorale che noi oggi vogliamo rilanciare all’attenzione dei confratelli.

Dobbiamo ricordare alla comunità che la brava professionista, mancò per pochi voti la rosa degli eletti alle votazioni del 2016 e questo, sappìatelo, non fu affatto un evento fortuito ma probabilmente indotto dall’ombra del presidentissimo.

Arianna Mecca, un’altra coraggiosa volontaria che ha apposto un “mi piace”.

Dunque, complimenti a Olivia Cialdi e Arianna Mecca, solo due volontarie su una comunità di circa duecento (l’1 %: un numero che spiega molto, sul clima di reticenza e intimidazione che vige nella Confraternita) che hanno osato esprimere l’apposizione del più positivo plauso all’outing polvaniano.

Le elezioni del Consiglio direttivo si terranno a Maggio e noi vogliamo credere che l’arrivo di un nuovo e illuminato Presidente, specialista in psicologia e pedagogia rovesci finalmente come un calzino la confraternita portando quelle variazioni di indirizzo gestionale che saranno applaudite dall’intera comunità.

Quindi aggiorniamo la coda: Olivia for President!

PS (per l’Ilaria): Vogliamo sperare che, Olivia non verrà punita con una carrettata di stigma e l’ammonizione verbale (sigh!) prevista dal Regolamento interno descritto all’articolo 22 comma 3.

Giusto per il new deal, appena avviato nevvero?

[Alessandro Romiti]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT09G0626013807100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento