PADRE LINO SPEZIA, SOCIO ONORARIO CULTURIDEA

Riccardo Fagioli e padre Lino Spezia

PISTOIA. Venerdì 23 marzo nell’Aula Magna del Seminario Vescovile di Pistoia durante il concerto per le scuole degli allievi del Liceo Musicale Forteguerri l’associazione Culturidea nominerà socio onorario padre Lino Spezia dell’associazione Comboniana Servizio Emigranti e Profughi.

In questa occasione un altro nome importante si aggiunge a coloro che hanno ricevuto questo importante riconoscimento. L’anno scorso il titolo di socio onorario Culturidea andò a suor Delfina e Riccardo Tesi.

Negli anni scorsi sono stati insigniti dell’onorificenza mons. Umberto Pineschi, Carlo Bini, Wilma Vernocchi, Luigi Bardelli, Luigi Tronci, Perry Micheal Allen, Vanna Vanini Pratesi, Bruno Lapio, Graziano Uliani, Maurizio Tuci.

In questa XV edizione del Festival della Musica e delle Arti Pistoia risuona di solidarietà che si concluderà martedì 27 marzo con un concerto dedicato al belcanto sempre nell’Aula Magna del Seminario alle 21.00, il consiglio dell’associazione ha scelto di premiare uno dei responsabili dell’Associazione Comboniana Servizio Emigranti e Profughi.

Questa associazione, nata alla fine degli anni ’60 del secolo scorso, pur nei cambiamenti, mantiene vive le proprie aspirazioni grazie allo spirito e al carisma che sono ancora attuali ed in grado di dare una risposta ai problemi degli stranieri.

Padre Lino Spezia mostra il cartello della strada dedicata a monsignor Agostini

Alcune attività che erano in essere nei decenni scorsi sono state sostituite da altre. Le prime non rispondendo più alle esigenze contemporanee, hanno dato posto a nuove iniziative per far fronte a incombenze emergenti. Tuttavia, uno degli scopi prioritari dell’associazione è creare e mantenere viva nella società la cultura dell’accoglienza.

Allo stesso modo come è accaduto nelle occasioni precedenti anche padre Lino Spezia riceverà in dono da Culturidea un proprio ritratto realizzato quest’anno dall’artista pistoiese Annalisa Fusilli, già protagonista sul palco di Porretta Soul Festival 2017, dei ritratti dei grandi del Soul Rufus Thomas, Otis Redding, Solomon Burke.

La scelta dell’associazione pistoiese di premiare il missionario Comboniano è molto chiara e netta.

Culturidea intende dare un segnale forte e netto contro ogni forma di razzismo ed emarginazione andando a porre in evidenza il lavoro di chi in prima persona opera ed agisce per aiutare concretamente gli ultimi del Mondo sia a casa propria che quando giungono nel Belpaese.

In questo XV Festival della Musica e delle Arti i fondi raccolti, infatti, andranno sia al centro didattico padre Vittorio Agostini e scuola dello sport Roberto Clagluna in Congo, sia alla Diocesi di Pistoia per le proprie opere di misericordia. La speranza di Culturidea è di riuscire ad inviare alla scuola dedicata al Comboniano di Masiano almeno 5000 euro e di lasciare sul nostro territorio 1000 euro come era accaduto nel 2017.

Mentre si conclude la XV edizione il consiglio dell’associazione sta comunque già pensando a come migliorare l’organizzazione per la XVI del 2019.

[culturidea]

 

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento