PADULE, UNA COLLABORAZIONE PRESTIGIOSA

Padule. Trappola per zanzare
Padule. Trappola per zanzare

CASTELMARTINI. Il Centro di Ricerca, Documentazione e Promozione del Padule di Fucecchio è stato recentemente chiamato a collaborare con l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana nell’ambito di un’importante indagine che si sta conducendo in vari paesi europei.

Infatti, all’interno dei suoi compiti di prevenzione sanitaria, l’Istituto Zooprofilattico nel corso del 2013 e del 2014 ha effettuato una ricerca per verificare l’eventuale presenza della zanzara Aedes vexans.

Questa è una zanzara potenzialmente pericolosa in quanto vettore di virus ai danni dei bovini e dell’uomo, tra i quali uno che può causare una febbre nota come Rift Valley Fever (Rfv).

Va comunque specificato che il virus della Rfv non è al momento segnalato in Europa, anche se la vicinanza del nostro paese con il continente africano, dove invece è endemico, giustifica un monitoraggio della presenza del vettore sul territorio: fattori climatici potrebbero infatti favorire l’espansione del virus verso nord.

La zanzara Aedes vexans è presente in vari paesi europei e in Italia è abbondante soprattutto al nord, mentre si fa via via più rara al centro e a sud. In Toscana ne è stata accertata la presenza solo in una stazione presso Siena, mentre vecchie segnalazioni per la Maremma e per il Padule di Fucecchio non sono state confermate.

Padule. Trappola per zanzare
Padule. Trappola per zanzare

L’Istituto Zooprofilattico ha individuato per la sua indagine sul territorio quelle strutture scientificamente attrezzate per dare la loro collaborazione, e che avessero i requisiti ambientali idonei alla presenza della specie. La ricerca è stata realizzata per conto dell’Istituto dall’entomologo dr. Marco Di Domenico, e il Centro di Castelmartini è stato chiamato a collaborare mettendo a disposizione, nell’ambito delle indagini ordinarie sulla biodiversità che vengono compiute in Padule e nel territorio limitrofo, il dipendente dr. Alessio Bartolini.

Può essere così data una notizia tranquillizzante: tra le migliaia di zanzare catturate con apposite trappole a CO2 posizionate in varie aree del nostro territorio, soprattutto in prossimità di maneggi o di allevamenti, è emerso che non figura la presenza di Aedes vexans, ma solo di specie che non presentano pericolosità per l’uomo

[bartolini – rdp padule]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento