parrucchieri-estetisti. “DALLE PAROLE AI FATTI: PIANO ANTICONTAGIO, MOBILITAZIONE, LOTTA ALL’ABUSIVISMO”

I rappresentanti di Fdi all’incontro di oggi

PISTOIA. “Gli operatori non hanno più bisogno dei condizionali per riaprire ma solo di fatti tangibili che possono portare al risultato della riapertura per l’11 maggio”.

Con queste parole Ferranti e Gori, portavoci Fdi di Quarrata commentano l’incontro promosso con il Sindaco Tomasi al quale era presente anche il Sen Patrizio La Pietra.

“Volevamo ed è stato un incontro di fatti, di lavoro dal quale è scaturito:

  • un piano anti contagio a tutela dei dipendenti, dei clienti e dei titolari stessi che verrà posto all’attenzione del Prefetto, alle associazioni di categoria e alle sigle sindacali affinché sulla base dell’Ordinanza 38 della Regione possano riaprire in sicurezza l’11 maggio;
  • una lettera con le ragioni e la richiesta di riapertura da inviare al Presidente Rossi e al Prefetto da far sottoscrivere a tutti i Sindaci che potranno tangibilmente schierarsi a favore della categoria;
  • l’avvio di una discussione con tutti i Comuni su orari e aperture a seguito della riapertura.
Parrucchieri e estetisti in Sala Maggiore con il sindaco Tomasi

Modalità che serviranno per attenuare la perdita di lavoro dovuta all’applicazione delle procedure di sicurezza che sicuramente rallenteranno i trattamenti. E soprattutto per permettere di attuare procedure di appuntamento e organizzazione dei dipendenti su turnazioni;

  • incentivi e sgravi fiscali come la Tari, abolizione del pagamento di posteggi sino al 31/12 e contestuale l’eliminazione della soste a tempo nei pressi degli esercizi;
  • una richiesta alle autorità competenti affinché tramite la riapertura si combatta fattivamente la lotta all’abusivismo della professione che oltre a non avere ha un controllo sanitario ha un giro economico sommerso da contrastare.

Ringraziamo tutti gli operatori, il Sindaco Tomasi e il Sen La Pietra perché oggi si riafferma la tutela del diritto del lavoro. Se la Fase 2 della ripartenza è avviata, secondo le regole di anti contagio, devono poter riaprire tutti in sicurezza.

Dalla parte degli operatori e dei dipendenti di un comparto che rischiano di ritrovarsi senza lavoro se prolunghiamo i tempi. La prossima settimana davanti alla Prefettura saremo con loro per testimoniare e dare forza alle loro ragioni e di tutto il comparto”.

[fdi quarrata]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email