PARTITA LA PETIZIONE ALL’UE “STOP AL CIBO FALSO”

Potrà essere firmata sia online che negli uffici zonali di Coldiretti e presso i mercati settimanali di Campagna Amica di Pescia, Quarrata e Pistoia
Il volantino

PISTOIA. In occasione della serata “Politiche 2018. Coldiretti Incontra i candidati” svoltasi lunedì sera è stata avviata la campagna Stop Cibo Falso, la petizione indirizzata al Parlamento Europeo finalizzata a introdurre l’obbligatorietà dell’indicazione del Paese d’origine o luogo di provenienza dell’ingrediente primario di un alimento.

Obiettivo della petizione è chiedere all’Ue chiari indirizzi alla Commissione affinché in tutti i negoziati commerciali sia garantita, senza eccezioni, l’effettiva indicazione dell’origine degli alimenti e quella degli ingredienti evitando citazioni di dubbia interpretazione.

La raccolta di firme rivolta al Presidente del Parlamento Europeo viene avviata da Coldiretti e Fondazione Campagna Amica in ogni farmers’ market d’Italia e on line sui siti www.coldiretti.it e www.campagnamica.it.

La petizione, che è stata già firmata da tanti imprenditori agricoli presenti all’incontro e da molti dei candidati, sarà a disposizione di tutti i cittadini per la firma negli uffici zona Coldiretti e presso i mercati settimanali di Campagna Amica di Pescia, Quarrata e Pistoia.

[coldiretti pistoia] 

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento