PASQUA DI RISURREZIONE

I Anastasis,la resurrezione - Χριστός ἀνέστη!
I anàstasis, la resurrezione – Χριστός ἀνέστη!

SABATO 19 APRILE, ore 22:30, Basilica Cattedrale di San Zeno – (Piazza Duomo). Solenne veglia pasquale presieduta da sua Ecc. Rev.ma Mons. Mansueto Bianchi, Assistente Ecclesiastico Generale dell’Azione Cattolica Italiana.

DOMENICA 20 APRILE, ore 10:30, Basilica Cattedrale di San Zeno – (Piazza Duomo). Solenne messa del giorno di Pasqua, presieduta da sua Ecc. Rev.ma Mons. Mansueto Bianchi, Assistente Ecclesiastico Generale dell’Azione Cattolica Italiana.

Nelle parole in greco del sommarietto si legge «Cristo risorse, davvero risorse», in generale il saluto pasquale che caratterizza la chiesa ortodossa, nella quale gli auguri si fanno così: il primo dice Christòs anèsti (la pronuncia è bizantina iotacizzata, dove la èta si legge I) e il secondo risponde Alethòs anèsti.

Sua Ecc. Rev.ma Mons. Mansueto Bianchi, Assistente Ecclesiastico Generale dell’Azione Cattolica Italiana
Sua Ecc. Rev.ma Mons. Mansueto Bianchi, Assistente Ecclesiastico Generale dell’Azione Cattolica Italiana

Solenni feste, dunque, anche a Pistoia. Ci auguriamo solo – da laici di fede che apprezzano assai Papa Francesco – che anche “sua Ecc. Rev.ma Mons. Mansueto Bianchi, Assistente Ecclesiastico Generale dell’Azione Cattolica Italiana” si ricordi – pur nel cumulo dei suoi mondani impegni religioso-ecclesiastici – che diverse persone di non buona fortuna (in ebraico questa parola potrebbe essere resa con due sfumature diverse: goràl, destino, e màzal, sorte/fortuna) lunedì prossimo saranno messe sulla strada dalla Caritas diocesana, che chiuderà i battenti (vedere qui).

Per le opere di misericordia, infatti, non esiste un inverno (con emergenza freddo) e una buona stagione (senza emergenza): ma solo umili e potenti, ricchi e poveri, fortunati e sfortunati, infrattati e sfrattati, con-tetto e senza-tetto.

E Cristo risorse soprattutto per gli ultimi, dato che le crune degli aghi lasciano passare i cammelli più che i ricchi.

Buona Pasqua a tutti – dove Pasqua vale come passaggio (anche da questa all’altra vita, tanto per rammentare che il sudario [parole di Francesco] non ha tasche).

P.S. – Secondo le regole classiche, l’accento di Χριστός, che è acuto, dovrebbe essere grave

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento