pedrito, il ciottolo & l’aveta. SBROCCA LA LEGA E I PONTI AGRÙMII SEGA: E CON “CIVICA AGLIANA” MANDA IL TUTTO A PUTTANA

I commenti andranno per conto loro con le osservazioni di Alessandro Romiti, pur se l’assessore Agnellone lo minaccia e lo aggredisce in Comune. Qui preme solo ricordare a tutti, procura della repubblica compresa, che Linea Libera è l’unica testata che racconta un raggio di verità: per questo è detestata da tutti – destra, centro, sinistra, catto & comunisti, Anpigiani e conformisti dalle querele facili sempre protette e carezzate dal PM di Pistoia. Ciottoli si frega le mani e aspetta novembre? Ma per cosa? Per vederci stesi come lui spera nella sua limitatissima visione politica (del resto dipende dal Sen. La Pietra…) o per festeggiare Ognissanti e i Morti della «giunta del rinnovamento» che è riuscita a dare il meglio di sé?


Questa giunta aveva problemi interni ed esterni. È scoppiata e non poteva fare altro. E a questo punto ha già perso il Comune: se si capisce bene, altrimenti è lo stesso così. Certo è inutile incolpare Linea Libera del fallimento disastroso del duo Benesperi-Ciottoli

 

CRONACA DI UNA MORTE ANNUNCIATA

___________________________________________________________

 

LINEA LIBERA NON HA COLPA

SE LA GIUNTA È SENZA POLPA…

 


 

 

Basta Lega Agliana! 1
 

Basta Lega Agliana! 2
 

Basta Lega Agliana! 3
 

Basta Lega Agliana! 1

Addio, mia bella Signora! Lasciamoci così senza rancor…

 

Ma FFG che esce di Lega e riman nella sega? Che mai ci starà a fare? Dove vuole arrivare?

 

QUANDO alla fine del 2019 i quattro artefici del disastro (a livello Agliana: Pedrito e il Ciottoli; a livello pistoiese: il senatore La Pietra e la Sonia Pira) entrarono, da sé, in rotta di collisione con noi che ripetevamo di stare attenti, perché certe operazioni al burro non avrebbero fatto bene alla salute di nessuno (per intenderci la via dell’inciucio sorretto e favorito dalla segretaria generale Aveta, che non è mai stata al suo posto, ma si è messa a svolgere il mestiere del politico senza peraltro esserlo); quando successe questo e andò avanti fino al punto di lanciar siluri contro Linea Libera in procura, terra fertile (più che aperta) nelle mani del sostituto Claudio Curreli, magistrato a nostro avviso (lo possiamo dire in libera critica?) incompatibile con Pistoia per tutti i motivi che abbiamo scritto e pubblicato diverse volte, motivi peraltro sempre rigorosamente ignorati dal dottor Coletta: glielo avevo detto personalmente, a Pedrito, che Agliana sarebbe tornata a votare prima del quinquennium non di Nerone, ma di cacca inaugurato trionfalmente il 1° luglio con un caldo bestia.

Ora il cadavere, mezzo putrefatto, pieno di gas puzzolente, sta venendo a galla nella blimundiana palude di Agrùmia.

Troppa fretta, troppa sicurezza, caro due di briscola Pedrito-Ciottolo. E troppo ascolto a chi ha il compito non di fare il sindaco di fatto, ma solo di servire un Comune sotto il profilo della correttezza formale e sostanziale, evitando soprusi e corruzione.

Oggi si scopre – guarda un po’ – che non c’è democrazia nel Trio Lescano. Che la trasparenza non esiste. Che in tre, stile triumviri, decidono le sorti della gente e chi se ne fotte. E dove non arriva l’inganno del diritto amministrativo, arriva la minacciosa arroganza del crick.

In Sardegna – dove il Ciottolo ama andare spesso – soffrono di favismo. Ad Agliana – è un suggerimento per la Blimunda e le sue prossime malevole puntate – la malattia (e anche molto pericolosa) è l’agrumismo noto anche come repubblica conciliare.

Amici, non è una bella fine, eh…

Una bell’obbligo vaccinale – se mai ne avesse il fegato – potrebbe introdurlo il prefetto Gerlando Iorio con un flacone di Pfizer-Commissar e un colpo di spugna.

Ogni pandemia necessita di una radicale estirpazione dal circolo pubblico: come dovrebbe essere cancellato (dalla giunta) anche il vicesindaco Federico Ferretti Giovannelli, che esce di Lega, ma resta nella bega. Di cosa ha fame, FFG? Lavorare, ormai lavora… Vuole forse salvare Agliana dal Trio Lescano?

Se lo metta in testa: non è possibile. Perché i due del due di briscola amministrano il pre-cotto confezionato per loro dal loro amato sindaco di fatto…

Questo è un commento politico. Non le seghe dei comunicati stampa delle testate pistoiesi.

Agliana, sei messa proprio male!

Edoardo Bianchini
[direttore@linealibera.info]


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email