pensando a atene. INTERVISTE A GRAZIANO ULIANI E LUIGI TRONCI

Fagioli intervista Graziano Uliani
Fagioli intervista Graziano Uliani

PISTOIA. La musica è una autentica forma di cultura, nonché un elemento portante anche della democrazia. La trasmissione televisiva “Pensando ad Atene” questo lo sa bene e per ciò sarà la musica ed una parte della sua storia ad essere protagonista delle puntate in onda da lunedì 20 giugno per le tre prossime settimane.

Da unedì 20 giugno alle ore 22.30 sul canale 11 del digitale terrestre, replicata poi durante la settimana in orari diversi, vi sarà la prima intervista a Graziano Uliani, realizzata presso la Fondazione Tronci in Corso Gramsci 37.

Nella prima intervista le domande che Riccardo Fagioli, conduttore ed ideatore della trasmissione, riguardano soprattutto la storia della musica Soul, i suoi rapporti con Blues, Jazz, Rock and Roll.

Oltre a domande che si soffermano sull’origine e le caratteristiche di tale genere musicale, nello scorrere del dialogo si evincono anche brevi, ma significative biografie dei più importanti artisti che hanno caratterizzato la Soul Music.

Graziano Uliani, creatore, organizzatore, direttore artistico del più importante Soul Festival d’Europa, cittadino onorario di Memphis, si mostra l’interlocutore ideale anche per spiegare come la musica degli afroamericani sia stato elemento essenziale anche per la loro lotta per la parità nei diritti civili negli Usa.

Da lunedì 27 giugno, prima puntata trasmessa sempre alle 22:30 con repliche per tutta la settimana, protagonista sarà la storia pistoiese dei metalli sonori. Luigi Tronci, discendente di una storica e rinomata famiglia di fonditori e costruttori di strumenti di fonica, racconterà con dovizia di particolari come e quando il bronzo diventa l’elemento che caratterizzerà la storia dei maestri fabbri della città di Giano.

Fagioli intervista Luigi Tronci
Fagioli intervista Luigi Tronci

Graziano Uliani torna in trasmissione il 4 luglio, sempre alle 22.30 canale 11, con una seconda intervista incentrata sui grandi artisti che hanno calcato il Porretta Soul Festival nelle sue 27 edizioni.

Solomon Burke, Wilson Picket, Percy Sledge, Isaac Hayes, Laverne Baker e l’indimenticabile Rufus Thomas, solo per citarne alcuni, raccontati dal punto di vista di chi li ha conosciuti e frequentati come amici e non solo come grandi musicisti.

Nella trasmissione in onda a luglio vi sono anche curiosità sulle Sweet Inspiration le storiche coriste di Elvis Presley, nonché sulla “meraviglia di Memphis”, sul suo rapporto con gli afroamericani, la sua concezione della musica.

Riccardo Fagioli ha poi chiesto anche a Uliani quale sia stato il suo ruolo nel far conoscere a Zucchero Sugar Fornaciari i musicisti del Sweet Soul Porretta e come questa conoscenza portò all’incisione dei primi Lp di successo dello stesso Zucchero. Fornaciari si recò a Memphis alla Stax e al Muscle Shoals Sound Studio e proprio lì con quelle incisioni nacque il mito che oggi conosciamo.

[culturidea]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento