«PER NOI LA SICUREZZA PUBBLICA È UNA PRIORITÀ»

Elena Bardelli
Elena Bardelli

SERRAVALLE PISTOIESE. Elena Bardelli, portavoce di Fdi-An replica sulla questione “Sicurezza” a Rifondazione Comunista:

Rispondiamo in poche battute agli amici di Rifondazione Comunista, che a quanto pare ci seguono con molto interesse e attenzione, pronti sempre a intervenire sulle questioni sollevate, ma a nostro parere spesso con futili e sterili argomentazioni.

È vero che anche il Comune di Serravalle Pistoiese, come tutti gli altri comuni italiani, sta attraversando un momento si ristrettezza economica, dovuta a fattori contingenti: ma, come si fa in tutte le famiglie quando le entrate diminuiscono, si deve cominciare a cancellare le spese considerate superflue o meno importanti, stabilendo delle priorità. Ecco, cari amici di Rifondazione Comunista, noi riteniamo che la sicurezza pubblica sia una priorità.

È vero che il nostro Comune ha una conformazione territoriale particolare e che i furti purtroppo ci sono sempre stati: ma queste sono giustificazioni o attenuanti? O l’Amministrazione forse non ha il dovere di garantire con tutto l’impegno e tutte le forze possibili la sicurezza urbana, essendone peraltro il sindaco il responsabile ultimo?

Infine, stando alle osservazioni avanzate, alla Polizia Municipale non competerebbe la funzione di sorveglianza e di controllo dell’ordine pubblico. In realtà i Vigili Urbani, come lo stesso nome tradizionale dice, hanno proprio il compito di “vigilare” sulla città; le loro mansioni non si esauriscono negli interventi sulla strada, ma sono molto più ampie.

Naturalmente è l’Amministrazione che deve metterli nella condizione ottimale, sia dal punto di vista del numero del personale che della relativa strumentazione, per svolgere il controllo sulla sicurezza dell’intero territorio comunale, possibilmente in collaborazione con le altre forze dell’ordine locali, se davvero si abbia l’intenzione di rispondere con efficacia alle necessità particolari.

Apprendiamo anche con meraviglia che i nostri cari amici sono così esperti del settore tanto da distinguere tra le varie tipologie e categorie di furto (con scasso, senza scasso, compiuto da residenti o da gruppi organizzati di passaggio): facciamo notare però che hanno dimenticato la categoria della criminalità legata, volenti o nolenti, al fenomeno dell’immigrazione clandestina (anche se oggi il relativo reato è stato depenalizzato).

Ci dispiace constatare ancora una volta come Rifondazione Comunista, nonostante i grandi proclami di paladina nella difesa dei diritti e degli interessi del popolo, si compiaccia invece di appoggiare il Sindaco e la Giunta nel loro tentativo di minimizzare la questione sicurezza, fuggendo dalle proprie responsabilità di garanzia e tutela, che sono un diritto fondamentale dei cittadini.

Elena Bardelli, Portavoce Comunale Fdi-Am

 

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento