«PERCHÉ A ROMA SÌ E A SERRAVALLE NO?»

Il palazzo municipale di Serravalle capoluogo
Il palazzo municipale di Serravalle capoluogo

SERRAVALLE. Riceviamo una lettera di protesta da un “cittadino incavolato”:

Carissimi concittadini,
In questi ultimi giorni, abbiamo appreso che il Sindaco Marino ha dato le dimissioni a causa degli scandali dei rimborsi spese riguardo a cene, viaggi, alberghi ecc. tutti effettuati facendo fondo alle casse del Comune di Roma.

Ora, come cittadino italiano credo che dopo tale comportamento abbia fatto bene a dimettersi, ma vorrei sottoporre alcune mie perplessità riguardo a degli avvenimenti che sono accaduti all’interno del nostro Comune Serravalle Pistoiese.

Anche qui sono successi fatti analoghi a quelli avvenuti a Roma. Perchè sono state fatte delle allegre gite turistiche in Olanda che sono state fatte passare come viaggi istituzionali per la supervisione di un complesso turistico che da lì a poco avrebbero dovuto realizzare sulle nostre colline del Montalbano, risultato ancora oggi il cantiere è chiuso, i lavori mai conclusi e le casse del Comune sono ancora in attesa dei famosi oneri urbanistici che a questo punto mi chiedo se arriveranno mai!

Questo vale anche per tutte le altre gite culturali con operatori economici locali e altre varie iniziative che, sinceramente non erano neanche lontanamente a favore dell’interesse dei cittadini!

Ora la mia domanda è questa: come mai queste persone non hanno anche loro dato le dimissioni? Non sarebbe stato più etico, come ha fatto qualcuno del Pd di Roma, una bella dimissione di gruppo? Anche soltanto per non offendere l’intelligenza di alcuni cittadini che si sono accorti che qualcosina che non va c’è in queste “iniziative speciali” Soprattutto tenendo conto che perfino la magistratura si è mossa in questo senso!

Mi chiedo se le regole del Pd di Roma siano uguali anche per il Pd locale del nostro comune! Magari il Pd di Serravalle Pistoiese appartiene ad un club esclusivo o magari sono un regime a se stante! Altrimenti come sarebbe possibile che gli appartenenti di uno stesso partito politico abbiano libertà e regole diverse!

Teniamo anche di conto il fatto che questi signori non hanno mai pubblicato in chiaro tutti i rimborsi spese, di questa giunta e della precedente, al contrario di come fanno tanti altri comuni di cui la trasparenza ne fanno una virtù. Credo che anche noi cittadini avremmo il diritto di capire e vedere. Ma forse a Serravalle Pistoiese tutto è concesso a chi appartiene a questo gruppo politico!

A voi la libertà di interpretare il mio pensiero di libero cittadino!

Un lettore

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento