pericolo-salute. CIOTTOLI (FDI-AN) A MANGONI SULLE COLTIVAZIONI IN AREA-INCENERITORE

Domande imbarazzanti al Sindaco per conoscere se ha adottato ordinanze e avvisi alla cittadinanza di non consumare verdure coltivate nella Piana
giacomo mangoni sindaco agliana
Giacomo Mangoni, Sindaco di Agliana

AGLIANA. il Consigliere di opposizione ha spedito un’interrogazione proprio stamattina, 30 maggio. Eccone il testo:

Al Sindaco del Comune di Agliana
Dott. Giacomo Mangoni
Al Presidente del Consiglio comunale
Dott. Fabrizio Nerozzi

INTERROGAZIONE

OGGETTO: criticità ambientali di ricaduta sanitaria sulla catena alimentare dei prodotti a filiera corta.

PREMESSO

– Che i terreni in prossimità e sottovento all’impianto di incenerimento dei rifiuti del Cis sono asseritamente riferibili alla coltivazione intensiva da parte della ditta Vytasole S.r.l. (proprietà di famigliari del Sindaco Mangoni);

– Che anche l’Ordine dei Medici di Pistoia ha espresso un parere di sicura criticità sulla vicenda dell’inquinamento del territorio a causa dell’inceneritore, provvedendo delle raccomandazioni al Sindaco che sembrano completamente disattese;

L'inceneritore e le coltivazioni della Piana
L’inceneritore e le coltivazioni della Piana

– Che i residenti di Agliana sono esclusi dall’acquisto di verdure cotte di tipo “biologico” distribuite dal supermercato Coop-Fi e dunque costretti a fare autoconsumo di prodotti provenienti dagli orti di famiglia

– Che il dottor Rino Agostiniani Dirigente medico primario presso l’ospedale San Jacopo e la Dott.ssa Giovanna Masala dell’Ispo (Istituto Studio Prevenzione Oncologica) hanno, in due distinte assemblee pubbliche, esortato la popolazione a non consumare alimenti e o verdure contaminate stante la loro pericolosità diretta sull’organismo umano del bioaccumulo di sostanze cancerogene, come si potrà vedere dagli articoli pubblicati

CONSIDERATO

Che l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha scientificamente confermato la pericolosità intrinseca per la salute dell’inquinamento da diossine, furani e Pcb;

– Che, sul territorio di Agliana, questi prodotti venefici (microinquinanti organici) sono dispersi dall’impianto di incenerimento del Cis;

– Che deve essere considerata la minaccia di un inquinamento della “catena alimentare” per le autoconsumazioni di ortaggi e verdure coltivate sul territorio, e che si presuppone la capacità dei cittadini di poter acquistarne in modo certo e garantito, presso i supermercati, prodotti di filiera “biologica”;

– Che non è comprensibile né giustificata alcuna discriminazione sull’argomento

PRESO ATTO

Campi di rape e verdure nei dintorni dell'inceneritore
Campi di rape e verdure nei dintorni dell’inceneritore

– Che la stessa catena di distribuzione Coop-Fi è sensibile alla presenza di potenziali contaminanti organici (anche se di derivazione dall’olio vegetale di palma) e al fine di tutelare la cittadinanza propone una esclusione di prodotti invocando l’attuazione del principio di precauzione, provvedendo con appositi annunci posti all’ingresso dei
supermercati

INTERPELLIAMO

Il Sindaco Mangoni affinché al Consiglio esponga in merito a:

– Riferire se è vero che la soc. Vytasole S.r.l., coltiva verdure a foglia larga (produce “verdure cotte”) che provengono dai terreni posti nella prossimità dell’inceneritore di Montale e specificamente noti per essere quelli della proprietà della famiglia Mazzetti;

– In caso negativo, se ha acquisito informazioni su chi e per quale finalità coltiva tali verdure a foglia larga, ragionevolmente riconoscibili come quelle che finiscono sugli scaffali dei supermercati pratesi e non solo;

– Se intende sollecitare la catena alimentare Coop-Fi a provvedere ad aprire un banco con prodotti di tipo specificamente “biologico” anche ad Agliana, come è in essere presso i due supermercati di Prato e Pistoia, della medesima catena di distribuzione al fine di permettere alla cittadinanza di avere un approvvigionamento biologico;

– Se risponde a vero che il proprio fratello, Nicola Mangoni, è stato assunto dalla soc. Coop-Fi come dipendente o comunque come consulente speciale e, in caso affermativo, se ciò e stato fatto con la mansione di responsabile del settore “alimenti biologici”.

Agliana 30/5/2016

Il Consigliere
Maurizio Ciottoli

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

2 thoughts on “pericolo-salute. CIOTTOLI (FDI-AN) A MANGONI SULLE COLTIVAZIONI IN AREA-INCENERITORE

Lascia un commento