PERSEVERARE È DIABOLICO, MA IL RIMEDIO ESISTE…

Moto e sporcizia a Pistoia
Moto e sporcizia a Pistoia

PISTOIA. La foto l’abbiamo scattata da un’altra angolatura solo perché qualcuno non pensi che sia la stessa di qualche giorno fa. Simile, però, è la situazione già denunciata su questo portale: il cestino posto all’angolo di vicolo Ombroso con piazza San Bartolomeo è stracolmo di cose (bottiglie, stavolta) che andrebbero depositate altrove – piazza San Lorenzo, meno di cento metri.  Davanti, annullandone quasi del tutto l’utilizzo, è parcheggiata la solita motocicletta.

Corre voce che il Sindaco abbia intenzione di dichiarare guerra agli stolti, multando, con sanzioni considerevoli (400 euro), chiunque non si comporti da persona inserita nel contesto di una comunità di normodotati, che è quella che capisce perfettamente, senza timore di venire sanzionato, che nei cestini disposti lungo le strade ci vanno solo e soltanto i micro rifiuti e che davanti ai contenitori di spazzatura è corretto non anteporre un mezzo tanto ingombrante come lo è, insindacabilmente, una moto di grossa cilindrata.

Alla sanzione economica, come deterrente, secondo noi molto più efficace, anche se dittatoriale, preferiremmo i lavori forzati. Ci accontenteremo, comunque, di questi eventuali salassi, tanto che siamo disposti a pattugliare il cestino in questione muniti di macchina fotografica e relazionare, direttamente a Samuele Bertinelli, i contravventori.

Siamo mossi da un principio maoista, badate bene: se tutta la gente tenesse pulito il tratto di marciapiede che sta di fronte alle proprie abitazioni, le città sarebbero pulite!

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento