pescia. ALLE SERRE FLORICOLE NON VA APPLICATA LA TARI

Coldiretti: il Comune ritiri bonariamente gli avvisi di pagamento
Una serra floricola

PESCIA. Alle serre floricole non va applicata la Tari, il Comune di Pescia annulli le richieste di pagamento bonariamente, per evitare lunghi e costosi contenziosi. È quello che Coldiretti Pistoia ripete da mesi, dopo l’invio di esosi avvisi di accertamento da parte del Comune di Pescia ad aziende floricole del pesciatino, per il pagamento della tassa sui rifiuti.

“Da mesi chiediamo di annullare le richieste di pagamento — spiega Coldiretti Pistoia—, in quanto, come ribadito in una sentenza della Commissione tributaria provinciale di Pistoia, e come sostenuto da Coldiretti e dai legali che assistono alcuni nostri soci, la Tari non è dovuta per terreni oggetto di produzione agricola in quanto le superfici agricole, in serra nella fattispecie, non generano alcun tipo di rifiuto”.

Coldiretti Pistoia ribadisce l’invito all’Amministrazione pesciatina di risolvere bonariamente la questione, evitando costosi e lunghi contenziosi, che costano alle casse comunali e comportano danni anche irreversibili alle aziende del territorio. 

[coldiretti pistoia]

 

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento