pescia. APPROVATE LE TARIFFE DEI SERVIZI A DOMANDA INDIVIDUALE

L’assessore Fiorella Grossi: “Sostanzialmente non ci sono variazioni per le tariffe di mensa, trasporto e pre e post scuola”

Il Comune di Pescia

PESCIA. L’amministrazione comunale di Pescia ha stabilito le nuove tariffe dei servizi a domanda individuale che riguardano la scuola, senza particolari modifiche. Rimangono infatti invariate  le tariffe di mensa,  trasporto e pre e post scuola, mentre subiscono una rimodulazione le tariffe dell’asilo nido, adeguamento necessario dato che dal 2013 non si metteva mano ad una revisione delle tariffe stesse.

Anche per questa variazione la differenza è appena apprezzabile: il lieve adeguamento delle tariffe mensili riferite al “Tempo Lungo” (frequenza fino alle ore 16,00) che passano da euro 306,03 a euro 320,00 con pasto incluso, “Tempo lunghissimo” (frequenza fino alle ore 17,30) dove  si va da euro 417,13 a euro 420,00 con pasto incluso.

La modifica più rilevante riguarda la tariffa riferita al “tempo corto” (frequenza fino alle ore 14,00) che si spiega con la sostanziale differenza del pasto, che diventa incluso nella tariffa mensile come per le precedenti due tariffe citate e come nella maggior parte dei comuni della Valdinievole e passa dai precedenti  euro 172,71 escluso il pasto  a euro 290,000  incluso il  pasto.

Lo spazio gioco consistente nella frequenza per 4 ore al mattino passa da Euro 86,86 a Euro 100,00

In questo contesto diventa molto importante sottolineare che sono state inserite nuove fasce Isee per agevolare i nuclei più bisognosi e adeguare le fasce Isee del nido  alle fasce Isee già  utilizzate per il servizio mensa:

(ISEE da € 0,00 – a € 4000,00) (ISEE da € 4000,01 – a € 6500,00) (ISEE da €6500,01 – a €8500,00)

Sullo spazio gioco non sono previste agevolazioni Isee, mentre sono stati introdotti una serie di sconti: in presenza di più figli viene assegnato rispettivamente uno sconto sulla tariffa del 20% per il 2° figlio e del 30% per il 3° figlio. Lo sconto del 30% è destinato anche ai soggetti con certificazione di disabilità, di cui alla legge 104/92 art. 3

“Un lavoro approfondito ha portato a una revisione che riguarda sostanzialmente l’asilo nido, dove introducendo quattro fasce Isee rispetto alle due precedenti e inserendo gli sconti per il secondo, per il terzo figlio e per i portatori di handicap abbiamo cercato di andare incontro alle esigenze delle famiglie più bisognosi — spiega Fiorella Grossi, assessore alla pubblica istruzione del comune di Pescia —. Ricordo inoltre che sono previste agevolazioni particolari per i frequentanti il nido che possono arrivare fino all’azzeramento della retta, grazie al bonus asilo nido 2021 dell’Inps.

Gli importi del bonus vanno da euro 3000 per i nuclei con modello Isee di valore fino a euro 25000 ed arrivano a 1500 euro per i nuclei che non presentano Isee o con Isee di valore superiore a Euro 40000.

Per il resto le nostre tariffe restano le solite, con tutte le agevolazioni e i contributi che abbiamo attivato in questi mesi difficili”.

[comune di pescia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email