pescia. DISAGIO SOCIALE E SUICIDIO, IL PROGETTO SI ESTENDE

Oreste Giurlani (Uncem) e Pierluigi Galligani (Sds Valdinievole)
Oreste Giurlani (Uncem) e Pierluigi Galligani (Sds Valdinievole)

PESCIA. Le attività regionali di prevenzione del disagio sociale con particolare attenzione alla prevenzione del fenomeno del suicidio si consolidano e ampliano.

Il progetto regionale denominato in principio “Montagna in Salute” realizzato da Uncem e Regione con la collaborazione di Anci, fino ad oggi vedeva coinvolti i territori montani e rurali della Valdichiana, Amiata Grossetana, Casentino, Colline Metallifere, Amiata Val d’Orcia e Lunigiana, da oggi aderisce anche la Valdinievole.

Alla firma del protocollo il Presidente di Uncem Toscana e Sindaco di Pescia Oreste Giurlani e il Presidente Sds Valdinievole Pier Luigi Galligani.

Le attività di prevenzione, in linea con le direttive nazionali ed europee, mirano a stringere un forte contatto con i territori circa le problematiche legate al suicidio, creano una coscienza comune mettendo in rete gli operatori locali della salute e sensibilizzano fortemente i Medici di Medicina Generale ottimizzando i servizi esistenti. Il tutto per ridurre il fenomeno del suicidio stesso, promuovere la salute per un complessivo miglioramento della qualità della vita.

Tra le figure coinvolte sul territorio i Medici di Medicina Generale di zona, Rappresentanti della Salute Mentale Adulti/Infanzia/Adolescenza, Rappresentanti del Sert, Rappresentanti dei Servizi Sociali, Rappresentanti Emergenza 118, Rappresentante consultori, Cure primarie, Psicologia/Psicoterapia, Forze dell’ordine oltre che il mondo dell’associazionismo locale.

logo montagna in saluteA breve sarà attivo anche in Valdinievole il numero verde regionale 800098718 già oggi in funzione per i territori coinvolti. L’attività telefonica sarà gestita da operatori esperti in orientamento verso servizi locali, e da psicologi che lavorano in rete con gli operatori dei servizi sociosanitari dei territori coinvolti. Obiettivi principali, ascoltare il cittadino, analizzare la domanda, individuare i bisogni facilitandone l’accesso ai servizi, e favorire un adeguato percorso assistenziale.

“Punto di forza delle attività che anche in Valdinievole andremo ad intraprendere – afferma il Presidente di Uncem Toscana Oreste Giurlani – sarà il contatto diretto con i territori coinvolti, attraverso percorsi di formazione e sensibilizzazione ad hoc rivolti agli operatori della salute sulle problematiche legate al fenomeno del suicidio e la sua prevenzione, oltre al coinvolgimento d’istituzioni locali e cittadini.

“E in più l’ausilio del numero verde regionale che potrà essere utilizzato da chiunque, a livello locale, sentisse il bisogno di chiedere aiuto ed essere indirizzato al servizio territoriale più indicato ed iniziare un percorso di assistenza. Un progetto unico per il suo genere – aggiunge Giurlani – ringrazio la Regione Toscana che, in questo percorso a sostegno delle comunità locali è sicuramente promotrice di un’iniziativa pilota a livello nazionale”.

“La Società della Salute Valdinievole – ha affermato il Presidente SdS Pier Luigi Galligani – va ad aggiungere un ulteriore servizio rivolto ai cittadini al fine di prevenire i suicidi mostrando sensibilità verso questo particolare problema sociale. La SdS ha raccolto la proposta della Regione Toscana e Uncem mettendo a disposizione gli operatori e le proprie strutture che con questo protocollo si rendono attive anche per affrontare la prevenzione di un disagio sentito in modo particolare”.

Vedi: http://www.uncemtoscana.it/montagna-in-salute

[uncem toscana]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento