PESCIA E PITEGLIO, LE GIUNTE SI INCONTRANO

L'incontro tra la giunta di Pescia e di Piteglio
L’incontro tra la Giunta di Pescia e quella di Piteglio

PESCIA-PITEGLIO. [a.b.] Le giunte municipali dei Comuni di Pescia e Piteglio (territori tra loro contigui) martedì scorso, per la prima volta, hanno avuto modo di confrontarsi nella sede del Comune di Pescia in vista della stipula di un protocollo di intesa su temi di interesse comune: dal distretto agro energetico alla valorizzazione dei prodotti tipici fino ad arrivare ai servizi di prossimità. Il tutto nell’ottica del rilancio della montagna.

Nell’incontro presieduto dai sindaci Oreste Giurlani e Luca Marmo (che ha visto la presenza dei rispettivi assessori) si è parlato anche di: filiere corte, albergo diffuso e agriturismo, fibra ottica , scuola e trasporto pubblico locale, percorsi trekking, difesa del suolo e riduzione rischio idrogeologico.

“Per la prima volta – ha scritto Oreste Giurlani – si è realizzato il confronto tra i due comuni, le due giunte. Si lavora ad accordi di programma, iniziative comuni di sviluppo e possibilità di servizi per il rilancio della nostra montagna”.

“I due territori nelle aree montane attigue – si legge in una nota – sicuramente necessitano di una gestione per certi versi unitari, anche nell’ottica della possibilità di intercettare risorse su progetti a più ampio respiro sulle misure del Psr 20014-2020 da affrontare insieme, dando una lettura unitaria. Un esempio concreto di questo nuovo modo di operare insieme è il progetto da realizzare assieme a Legambiente ed ai castanicoltori della montagna Pistoiese, progetto presentato sabato scorso a Marliana dal Sindaco Marco Traversari e sostenuto anche da Giurlani e Marmo rispettivamente per Pescia e Piteglio al fine di ottenere assieme ai castanicoltori che vorranno aderire all’iniziativa una denominazione di tipicità della farina dolce, progetto estendibile anche ad altri Comuni e produttori perché – come ricorda Giurlani– “la nostra montagna ha caratteristiche simili e le linee di sviluppo con cui guardare ai prossimi anni devono cogliere questa unitarietà e renderla un punto di forza per fare squadra e affrontare insieme la sfida che il particolare momento attuale ci richiede”.

È stato quindi espresso il sostegno a Cosea e a rafforzare gli investimenti necessari sui territori. A breve partirà anche nel Comune di Piteglio la raccolta degli oli vegetali esausti, che come ha ribadito Luca Marmo “era uno dei punti presenti nel programma elettorale e che a breve vedrà un servizio aggiuntivo per le famiglie che va nell’ottica di ridurre l’inquinamento pensando anche ad un beneficio collettivo finale di produzione energia, da valutare solo a seguito dell’analisi delle quantità che riusciremo a raccogliere”.

Le due giunte hanno anche previsto una “possibile futura collaborazione” nell’ambito dei lavori socialmente utili e della gestione dell’edilizia abitativa, temi sui quali Pescia vanta una notevole esperienza.

L’incontro tra le due giunte comunali si è concluso con l’impegno alla stesura e futura sottoscrizione di un apposito protocollo di intesa che regolamenterà i fattivi rapporti di collaborazione e relative modalità.

___________

 

E CON IL CINIPIDE COME SI METTE?

 

 

Vespa del castagno
Vespa del castagno

NON VORREI turbare troppo i sonni dei Sindaci e delle Giunte, come quelli di Legambiente e collegàti. Ma la domanda è semplice e diretta: nessuno si è accorto che il cinipide ha già colpito i germogli dei castagni?

La farina dolce, a denominazione di origine controllata, da dove sarà fatta venire? Dalla Cina con amore…?

e.b.

 

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento