pescia. «IL PD APPOGGIA I RINCARI DELLE TARIFFE DEL MEFIT»

Oliviero Franceschi (Un’altra Pescia)
Oliviero Franceschi (Un’altra Pescia)

PESCIA. Senza nessuna spiegazione plausibile i consiglieri del Pd (Catola, Di Vita, Guidi, Nanni, Grossi e Natali, votano a favore dei rincari tariffe Mefit e non chiedono (come me) una attenta valutazione delle spese in essere!

Compagni nella sventura i due ex Cinque Stelle Morini e Varanini con una astensione che porta acqua alle pille rosse.

Un piano di rientro programmato la loro motivazione, di cui non sanno molto e hanno sicuramente capito meno. La gestione perde centinaia di migliaia di euro l’anno? Le ultime invenzione sul Mefit (Casa di Pinocchio) sono state distruttive per la struttura?

E il risultato? Il Presidente, figlio di un inciucio più che palese tra i responsabili del partito di Forza Italia, e questo Pd, continuerà a subire la forte presenza del direttore e le linee di una disattenta amministrazione e gli operatori, a pagare nonostante abbiano sotto gli occhi il palese spreco di denaro e soprattutto le promesse disattese della Regione proprietaria dell’immobile.

È così che si sostiene il comparto floricolo a Pescia? Dopo aver colpito (a parole ) i possibili nuovi insediamenti produttivi, ora stiamo dando il colpo mortale a questo settore importante per l’economia della città per inchinarsi alla politica del consenso. Questo è un film già visto negli anni 50 e lo stiamo rivivendo oggi!

Scarica: Floricoltura e mefit

Oliviero Franceschi
Un’altraPescia

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento