PESCIA. LA SOCIETÀ DELLA SALUTE INCONTRA IL “SAN DOMENICO”

Il punto della situazione sulla Rsa. Il 28 febbraio se ne va la cooperativa che gestisce il servizio. Romagnani: «Anche dopo tale data sarà garantita la continuità»
Il San Domenico a Pescia
Il San Domenico a Pescia

PESCIA. In data odierna il Vice Presidente Marco Borgioli e il Direttore Claudio Bartolini della Società della Salute hanno incontrato il Presidente del S. Domenico Romagnani per avere rassicurazioni per quanto riguarda la continuità dell’assistenza alle persone anziane inserite presso questa struttura anche dopo la data del 28 Febbraio, data questa in cui la Cooperativa che attualmente gestisce la Rsa ha annunciato di voler interrompere il rapporto con il S. Domenico.

Il presidente Romagnani ha dato specifiche garanzie che anche dopo tale data sarà garantita la continuità del servizio attraverso gli stessi livelli di assistenza oggi in atto. L’incontro è servito anche a fare il punto sul futuro del S. Domenico e in particolare sul progetto congiunto con la Sds della bassa intensità assistenziale che prenderà l’avvio proprio in questi giorni e che darà una risposta a persone anziane che pur non essendo totalmente non autosufficienti hanno necessità di un’assistenza qualificata all’interno della Rsa.

Il progetto della Sds e del S. Domenico, unico per tutta la Valdinievole, è uno dei pochi approvati immediatamente dalla Regione Toscana senza che quest’ultima richiedesse ulteriore documentazione e chiarimenti come è avvenuto invece per i tanti altri progetti presentati, confermando così la capacità del nostro territorio di investire anche sul versante socio-sanitario su progetti innovativi e sperimentali.

“Dopo le tante notizie apparse sulla stampa e la richiesta di incontro da parte dei sindacati, ha detto Borgioli, abbiamo voluto esaminare direttamente con la Presidenza la situazione del San Domenico e gli sviluppi sono positivi sia in termini di occupati, che rimarranno gli stessi, sia per quanto riguarda l’attività assistenziale agli anziani che anzi sarà incrementata con il progetto della bassa intensità assistenziale”.

[comunicato sds valdinievole]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento