pescia. LOTTA AL PROLIFERARE DELLE ZANZARE, DISTRIBUZIONE GRATUITA DELLE COMPRESSE ANTILARVALI

Il comune nel frattempo si sta attivando per ripristinare come in passato la disinfestazione notturna 

Lotta alle zanzare

PESCIA. In attesa che la rientrata giunta vari una serie di interventi, fra i quali quelli di disinfestazione delle zanzare, come è sempre stato fatto su tutto il territorio comunale, è attivo il secondo aspetto di questa azione di contrasto verso questi fastidiosi insetti, che i cittadini possono direttamente fare e che negli scorsi anni ha dato ottimi risultati.

“Per il momento invitiamo le persone a utilizzare le compresse antilarvali, che bloccano sul nascere queste colonie di zanzare, attraverso un procedimento semplice e ormai ben chiaro a tutti – spiega l’assessore all’ambiente Franco Baldaccini — mentre, da parte nostra, ci stiamo attivando per la disinfestazione notturna sul modello attuato negli ultimi anni.

Intanto mi auguro e sono certo che i cittadini collaboreranno per arginare un fenomeno che se prevenuto non ha assunto mai dimensioni troppo rilevanti, almeno qui da noi, ricordando che le pasticche antilarvali sono sicure e biologiche”.

Come anche nelle annate passate, la confezione di prodotto larvicida può essere ritirata gratuitamente presso la portineria del comune di Pescia (piazza Mazzini, 1) durante il normale orario di apertura e consente di effettuare i trattamenti per uccidere le larve di zanzara che si sviluppano nei ristagni d’acqua di pozzetti, griglie e scarichi dei pluviali presenti ovunque, prima della loro trasformazione in insetti adulti.

I cittadini possono trovare nella confezione le indicazioni e le istruzioni per l’uso, che sono comunque molto semplici da applicare.

Eccone alcune:

  • Il prodotto si scioglie da solo nell’acqua presente nel tombino, ma se non c’è acqua non serve mettere la compressa nel tombino;
  • Il prodotto non ha alcun effetto sugli adulti quindi è inutile e dispendioso scioglierlo in acqua e darlo sulla vegetazione;
  • Fino a fine settembre occorre eseguire con continuità i trattamenti larvicidi dei focolai non rimovibili, applicando il prodotto ogni 20 giorni.

Inoltre si consiglia di:

  • Evitare la formazione di acqua stagnante (secchi, giocattoli, arredi, ecc.);
  • Svuotare ogni settimana i sottovasi;
  • Eventuali serbatoi di acqua negli orti devono essere sigillati con rete a maglia fitta;
  • È bene poi ricordare che la zanzara tigre ha un raggio di volo di 30-50 metri, quindi nasce e molesta nel nostro ambito di residenza, nel quale occorre cercare i ristagni di acqua.

[comune di pescia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email