PESCIA. NICCOLAI CONTRO LA VECCHIA GIUNTA

Marco Niccolai
Marco Niccolai

PESCIA. È abbastanza singolare, usando un eufemismo, che lezioni sul contenimento dei costi della spesa del Comune provengano dagli amministratori che, negli ultimi cinque anni, hanno ridotto Pescia nelle condizioni in cui si trova.

Può insegnare qualcosa chi, in totale controtendenza con quanto avviene negli altri Comuni e con una situazione finanziaria difficilissima, ha deciso di assumere un nuovo dirigente a tempo indeterminato (costo più di 100.000 euro l’anno lordi per il Comune)? Oppure chi non ha neanche presentato la richiesta di finanziamento al Governo Renzi per i fondi per l’edilizia scolastica nel marzo scorso?

Se si dovesse misurare l’indennità degli amministratori in rapporto ai risultati conseguiti, cosa ne dovrebbe dunque conseguire per i precedenti amministratori di questo comune?

Erano in carica fino a soli 2 mesi fa, dopo esserlo stati per 5 anni consecutivi, ma sembrano soffrire di ricorrenti perdite di memoria rispetto a quanto (non) hanno fatto.

Bisogna cambiare verso davvero ed è per questo che  il Consiglio Comunale, grazie ad un documento presentato dal gruppo consiliare “Pd – Pescia è di tutti”, ha approvato un documento che vuole invertire la rotta rispetto a quanto compiuto negli scorsi anni.

Come è scritto nel documento approvato, sono tre gli indirizzi per compiere una vera spending review, che la nuova Amministrazione sta già portando avanti fin da queste prime settimane:

Stretta alla consulenze: riorganizzazione del Comune al fine di prevedere l’affidamento di incarichi esterni solo qualora sia dimostrato che non vi sono adeguate professionalità tra il personale comunale. Gestioni associate: procedere all’affidamento di servizi o forniture solo avendo prima verificato la possibilità di farlo in modo associato con i Comuni limitrofi, così da aumentare le possibili economie di scala e risparmiare risorse.

Via le partecipazioni in Enti non strategici: è importante valutare le attuali partecipazioni in enti e società definendo quali non svolgono funzioni strettamente connesse alle competenze istituzionali dell’ente ed in cui dunque non è essenziale la partecipazione del Comune.

Con questi interventi possiamo risparmiare decine di migliaia di euro rispetto alle spese di funzionamento del Comune. Questi sono i veri costi su cui intervenire facendo scelte di buonsenso che, finora, chi governava questo Comune si è ben guardato dal fare, facendo semmai l’opposto.

Marco Niccolai
Capogruppo “Pd. Pescia è di tutti”

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “PESCIA. NICCOLAI CONTRO LA VECCHIA GIUNTA

  1. Dott. Niccolai, a conferma di quanto Lei sostiene, notiamo che c’è già stata una inversione di tendenza significativa nell’abbattimento delle spese, una soprattutto che la vecchia amministrazione avrebbe forse intrapreso tra le più onerose e inutili, quella relativa alla non costituzione come parte civile del comune di Pescia nel processo dell’ammanco della ex Comunità Montana Appennino Pistoiese.

Lascia un commento