pescia. PD, MERCATO DEI FIORI: “PESCIA CAMBIA CONFERMA CHE IL COMUNE HA PERSO UNA OCCASIONE”

“Non presentare nessun altro progetto oltre a quelli finanziati, è una responsabilità che questa amministrazione deve assumersi”. L’appello al prefetto Iorio

Pd Pescia su Mercato dei Fiori

PESCIA. Pescia Cambia conferma quanto noi avevamo detto in merito alla partecipazione al bando del Governo con un progetto per il mercato dei fiori da finanziare, subito, con il PNRR: il Comune non lo ha neanche presentato.

Un grave errore: basta leggere il DPCM del 21 gennaio 2021 che disciplinava il bando del Governo per leggere che erano ammessi interventi di “manutenzione per il riuso e rifunzionalizzazione di aree pubbliche e di strutture edilizie esistenti pubbliche per finalità di interesse pubblico…”.

Il mercato dei fiori è pubblico e di interesse pubblico e, anche se ci fossero stati dubbi di ammissibilità, il progetto doveva essere presentato a quel bando, vedendo poi cosa ne avrebbe prodotto l’esame.

L’Amministrazione di Pescia poteva disporre di una cifra di 5 milioni di euro per questo bando ma ha preferito presentare progetti solo per 2,2 milioni, ritenendo non necessario presentare un altro progetto da 2,8 milioni di euro per il mercato dei fiori, rinunciando di fatto a questa cifra.

Di conseguenza, non presentare nessun altro progetto oltre a quelli finanziati, è una responsabilità che questa amministrazione deve assumersi, a maggior ragione dopo l’annuncio di Anci, Upi e della Conferenza delle Regioni di ulteriori 900 milioni di euro stanziati dal Governo su questo bando: anche a questi non potremo attingere, perché il Comune di Pescia neanche ha presentato il progetto al bando e quindi non è in graduatoria.

Comprendiamo il fastidio che ha provocato il fatto che il PD abbia reso noto ai cittadini quanto emerge dagli atti ufficiali del Governo: la realtà, anche in questo caso, è sotto gli occhi di tutti e non può essere negata dal comunicato stampa o dal video del giorno.

A volte bisognerebbe avere l’umiltà di ammettere i propri errori, specialmente quando si amministra il bene pubblico. Siamo certi che il Prefetto Iorio, al quale va il nostro ringraziamento per lo stile con cui sta affrontando la mole di lavoro che ultimamente gli ha dato il nostro Comune con la situazione dell’amministrazione, coordinerà al meglio il lavoro che questa Amministrazione non è, come dimostra questa vicenda, in grado di svolgere”.

[pd pescia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email