pescia. PRESENTATO IL PROGETTO SUL “PATTO DELLA SICUREZZA”

Il palazzo comunale di Pescia
Il palazzo comunale di Pescia

PESCIA. Nei giorni scorsi si è riunito a Pescia il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal Prefetto di Pistoia dott. Ciuni, durante il quale è stato fatto il punto sulla situazione della sicurezza del nostro Territorio.

Dall’incontro è emerso che grazie all’ intensificazione dei controlli, da parte di tutte le forze dell’ordine, i reati sono notevolmente diminuiti rispetto all’anno passato. Questo è stato possibile anche grazie alla collaborazione che c’è stata fra i cittadini, Carabinieri e Forze di Polizia, la quale è servita ad individuare le maggiori criticità.

 Il Sindaco Oreste Giurlani ha approfittato dell’occasione per presentare la bozza del Progetto sul Patto della Sicurezza:

Impegni del Comune di Pescia

  • Fornire ampia collaborazione alle altre Forze di Polizia per il monitoraggio delle zone a maggior rischio, compatibilmente con il personale ed i mezzi a disposizione della Polizia Locale con funzioni operative.
  • Rilevare gli incidenti stradali all’interno del territorio di riferimento, liberando le altre Forze di Polizia da tale incombenza, nella fascia oraria 7:30 – 19:00.
  • Porre in essere, anche in collaborazione con le altre Forze di Polizia, iniziative destinate alla repressione delle forme di abusivismo commerciale.
  • Promuovere l’azione di presidio presso gli istituti scolastici di ogni ordine e grado, soprattutto in coincidenza con l’inizio e la fine delle attività didattiche.
Oreste Giurlani, Presidente Uncem Toscana e Sindaco di Pescia
Oreste Giurlani, Presidente Uncem Toscana e Sindaco di Pescia
  • Comunicare alle altre Forze di Polizia informazioni sulle attività economiche circa l’apertura e le relative modifiche (ad esempio: sub-ingressi, tipologia di attività), al fine di incrementare l’opera di prevenzione e di contrasto nei confronti di possibili infiltrazioni della criminalità organizzata nelle sue varie forme Suap
  • Sviluppare attività di prevenzione sociale e situazionale con l’obiettivo di contribuire a migliorare il livello di sicurezza e la qualità della vita dei cittadini (ad esempio: campagne informative, potenziamento illuminazione pubblica, recupero di aree degradate ove esistenti e miglioramento delle condizioni di viabilità – ufficio tecnico e sociale).
  • Segnalare alla Prefettura particolari situazioni di criticità che possano comportare riflessi sulla sicurezza urbana, quali ad esempio emarginazione, disagio giovanile, fenomeni di accattonaggio, atti vandalici su beni pubblici (tutti gli uffici).
  • Implementare in via progressiva il sistema di controllo tecnologico del territorio, nelle zone della città preventivamente individuate in collaborazione con le altre Forze di Polizia, anche attraverso sistemi mirati di tracciabilità delle targhe (sede polizia municipale).
  • Verificare la presenza di strutture turistiche ricettive abusive per contrastare l’ospitalità di eventuali persone dedite ad attività criminali.
  • Controlli sul corretto conferimento dei rifiuti e sulle discariche abusive attraverso l’uso di videosorveglianza mobile e accordi di collaborazione con Cosea società di gestione dello raccolta e smaltimento rifiuti e la Provincia di Pistoia per il supporto delle G.A.V. (Guardie Ambientali Volontarie).
  • Controlli dei veicoli ed in particolare il trasporto merci per prevenire e contrastare il traffico illecito di merci pericolose e il lavoro nero.
  • Trasferimento sede della Polizia Locale presso ex Tribunale in piazza San Francesco in ambienti più funzionali e creazione di luogo dedicato alla centrale videosorverglianza e sistemi di comunicazione.

[comunicato]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento